venerdì 1 agosto 2008

Luxuria, l'isola dei famosi e la vecchia Hollywood


Un noto personaggio televisivo ha scritto un post sulla partecipazione di Vladimir Luxuria alla prossima edizione dell’Isola dei Famosi. Come è noto Luxuria è stato eletto nelle liste di Rifondazione Comunista nella passata legislatura, mentre in questa ha dovuto subire i rovesci elettorali dell’estrema sinistra e probabilmente ha ritenuto di doversi trovare un’occupazione alternativa alla politica.

Capitano: Mi spiace, Daria, ma non posso proprio commentarti questo post per assoluta ignoranza. Credo di non aver mai visto sessanta secondi continuativi dell’Isola dei famosi, anzi ritengo di non averne visto nemmeno trenta tutti insieme.

Daria Bignardi: Ho capito, sei uno di quelli con la puzza sotto il naso che non guardano mai la televisione.

Capitano: No, la televisione la guardo fin troppo. La colpa è tutta della Sindrome di Amedeo Nazzari.

Daria Bignardi: Che diavolo c’entra adesso Amedeo Nazzari? Farnetichi come al tuo solito?

Capitano: Fammi spiegare. Uno sceneggiatore di cinema confessava che quando beccava un film con Amedeo Nazzari non poteva fare a meno di cambiare canale con un tempo di reazione da centometrista olimpionico. Lui tecnicamente non aveva niente contro Nazzari, però non poteva resistere a quell’impulso irrefrenabile. A me, cioè al mio dito, capita la stessa cosa osservando un fotogramma dell’abbronzatura tropicale di Al Bano o Cecchi Paone. Mi succedeva pure con il Grande Fratello, scusa tanto.

Daria Bignardi: La tua maldestra ironia non mi fa né caldo né freddo. Come puoi dire di conoscere questo Paese e la sua meravigliosa gente se non hai mai visto una puntata di questi due reality show, specie di quello che ho presentato io?

Capitano: Già, infatti non dico di conoscerlo e non dico neppure che la sua gente sia meravigliosa. Ma tornando a Luxuria for President, che posso dire? Poveri poveri comunisti. Una volta si andava in piazza con le molotov in tasca per rovesciare il sistema (tra l’altro in piazza c’è andato pure questo reietto Capitano, senza molotov, si sa, perché lo spaventano pure le castagnole dei poppanti). Ora gli agonizzanti comunisti di questo pianeta agonizzante si sono ridotti a far eleggere in Parlamento un personaggio che appena è stato estromesso dalla Casta si tuffa nel blu dipinto di blu tra poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati…

Daria Bignardi: Che ti prende? Pensi di esserti trasformato in Guccini?

Capitano:buffoni che campate di versi senza forza, avrete soldi e gloria, ma non avete scorza…

Daria Bignardi: Aiutooo, questo qui dà i numeri, chiamate Dolce & Gabbana, cioè chiamate Katia del GF o Cristian del PFUI.

Capitano:godetevi il successo, godete finchè dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura e andate chissà dove per non pagar le tasse…

Daria Bignardi: Qui hai preso una cantonata terribile perché lo sanno tutti che godo nel pagare le tasse, ho scritto pure un post su questo argom…

Capitano:col ghigno e l'ignoranza dei primi della classe. Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna.

Daria Bignardi: Ecco finalmente che sei rinsavito.

Capitano: No, è che non mi ricordo più come continua. Non potresti suggerirmi?

Daria Bignardi: Ti sembro una che ascolta Guccini? Però il giorno che il cantautore modenese parteciperà all’Isola dei famosi ti prometto che posterò tutto il testo di Cirano e farò il tifo perché vinca la gara.

Capitano: Mi hai spaventato a morte, lo sai? Stanotte avrò gli incubi perché mi sono appena reso conto di vivere in un mondo in cui persino Guccini potrebbe fare cose inenarrabili. Dio mio, se ci sei, ti prego preservaci il ricordo di Guccini e De André. Inoltre, se proprio devi mandare inondazioni per il globo per segnalare ai distratti che esiste una microscopica differenza tra un rivoluzionario e un partecipante a un reality show, a me sembrerebbe una buona idea iniziare dall’Isola dei Famosi, ma è solo una mia fallibile opinione.

Il virtuale è un po' come la vecchia Hollywood. Qui quasi ogni sogno è possibile. Puoi dialogare a tu per tu con star televisive, ma per le inondazioni mirate purtroppo non si può fare ancora niente. :-)

Leggi: L'isola dei famosi tra un secolo

Cuor di Cirano, cuor di Guccini scritto in collaborazione con Cleide)

20 commenti:

  1. bentrovato!!!!!!!!!!


    .. ora con calma mi leggo il post!!

    RispondiElimina
  2. ... bè.. non un vero tzunami.. ma una bel maremoto che tenge isolati gli isolani per .. che sò.. qualche annetto... non sarebbe malvagio!!

    .. anche se l'Italia senza luxuria e giucas casella potrebbe andare alla deriva!!! ☺☺☺


    .. bellissima la citazioni di Cirano del Guccio!!!

    RispondiElimina
  3. credo di soffrire della stessa sindrome...

    RispondiElimina
  4. Io, resto dell' opinione che più se ne parla e più si genera curiosità, per questo motivo me ne taglio fuori a priori :))

    Di questo Reality ho visto solo parte dell' edizione con la Santarelli, solo per rendermi conto che negli anni passati non mi ero persa nulla e che negli anni a venire avrei saltato il canale a piè pari.

    Tuttavia, Guccini, mi sembra più da blog :)

    RispondiElimina
  5. Graffiante come sempre! Sei tornati in forma smagliante!

    Io cmq mi difendo allo stesso modo tuo; non guardo certa roba....

    Mi spiace però davvero molto che Luxuria vada all'Isola dei Famosi.

    Stimavo la sua persona, ora rischia di tornare ad essere considerata una macchietta e questo secondo me non è positivo.

    Peccato davvero....

    RispondiElimina
  6. Mh, ne parlavo proprio ieri col mio batterista/romanziere...simao rimasti tutti stupiti da questa decisione. Negativamente stupiti.
    Il mio batterista/romanziere ha avanzato questa ipotesi operativa: finchè era deputata e si comportava in modo serio era da conisderarsi donna, dimostrando di essere un coglione, ha perso il diritto al femminile. Non so se sono d'accordo, ma è un'ipotesi suggestiva.
    Questo men che meraviglioso paese ha certamente un men che meraviglioso popolo, concordo, anche se l'idea che siamo gli unici ad aver avuto una pornostar ed un transessuale in parlamento, epr qualche strano motivo, mi pare emendare in minimissima parte il resto. Ma proprio minuscola pars.
    P.S.
    Spaparanzato? Magari! Sono ancora al alvoro e rimarrò a Milano a sudare, purtroppo...

    RispondiElimina
  7. Ma io davvero non capisco questo atteggiamento di pregiudizio verso la leggerezza.Chiamerei questo atteggiamento "banality correct" se mi permettete. Se Vladimir Luxuria andrà all'isola dei famosi, per soldi, per visibilità, per perorare la sua causa, mi chiedo perchè diavolo vi indignate tanto.Si può essere persone serie ed impegnate e fare scelte leggere in altri campi, senza che questo sminuisca il nostro impegno.Io ho visto due edizioni dell'Isola come del Grande Fratello. Le ho viste io come voi ( Capitano a parte, ma lui vive davvero nell'isola che non c'è) e non ho mai pensato che questo potesse intaccare la mia serietà o la mia intelligenza. Penso anzi che per poter giudicare sia necessario vedere e ascoltare. Qui pare che tutti esprimano giudizi ma nessuno ha mai osato vedere questa spazzatura. E' spazzatura a priori.Scusate ma non sono d'accordo.

    RispondiElimina
  8. Onestamente come sempre ammetto di aver visto frammenti dell'isola, e pure del grande fratello, ma senza entusiastico accanimento.
    Sono programmi che non mi piacciono, e per poterlo affermare ho voluto vederli un po'.
    Certo Luxuria sull'isola farà impennare l'audience, e mi chiedo se Rifondazione lo ricandiderà mai.

    RispondiElimina
  9. Ciao! Io sono con il capitano! Penso di non aver visto per più di 30 secondi nessuno dei programmi citati!Cara Cleide mi dispiace penso che questo tipo di programma mi pare sia spazzatura a priori! Forse poteva essere interessante una prima sperimentazione ma poi avrebbero dovuta farla finita, penso ci sia ben altro che varrebbe la pena da far vedere! Sarebbero programmi da boicottare, sarebbe da far scendere a zero gli indici di ascolto in modo che una volta per tutte si decidessero a prendere atto che debbano produrre programmi intelligenti! Poi che Luxuria vada al programma non lo sapevo ma mi pare che più in basso di così la sinistra non possa proprio andare! Ma questa gente la dignità dove ce l'ha? manco sotto le scarpe.
    Caro mio capitano mi consola il fatto che c'è ancora qualcuno che certe cose non le manda proprio giù!

    Ciao.

    berardo

    PS

    E' proprio strano ma io il post della tua scoperta storica con la foto di Marylin non lo riesco più a visualizzarlo! Cosa sarà successo?

    RispondiElimina
  10. Capitano mi permetto di rispondere a Berardo. Fermo restando che questo è un post provocatorio, leggero e arguto e non è mia intenzione provocare una polemica. Io non ho detto se ritengo questi programmi spazzatura o no.Io penso che in tv come nella vita sia necessaria un po' di leggerezza. Non dico se amo o no questa leggerezza in tv, ma sostengo che per poter esprimere un giudizio sia necessario ascoltare, vedere o leggere anche ciò che non ci piace.E' la rigidità a priori che non comprendo.E non comprendo come si possa parlare quando si afferma di non aver mai visto niente.

    RispondiElimina
  11. Scusa capitano ma aggiungo qualche cosa in modo da poter esprimere meglio la mia posizione (mica voglio litigare con la carissima Cleide!)
    Cara Cleide hai ragione quando dici che a priori non va giudicato senza prima vedere ed ascoltare! OK!
    Io dico che tali tipi di trasmissioni nella quale rinchiudono un certo numero di persone e le ritraggono giorno e notte in un vivere quotidiano forzato, nel quale devono emergere i lati che più fanno spettacolo tipo le litigate ecc. bene io non riesco proprio a capire cosa ci possa essere di tanto interessante. Come si può pensare che una persona lasciata lì a poltrire dalla mattina alla sera, senza poter leggere, senza poter avere una vita di relazione normale possa esprimere sensazioni normali e queste essere da riferimento?
    Perché tale tipo di trasmissioni suscita tanta curiosità e successo? Non lo so, oppure lo so anche ma non mi permetto di giudicare!
    Io giudico chi le fa queste trasmissioni, non chi le guarda!
    Se ti può essere di consolazione a casa mia c'è l'Annina che ogni tanto una sbirciata l'ha data però all'isola dei famosi, non al grande fratello!
    Cara Cleide penso che la capacità di questi registi e di chi le pensa queste trasmissioni possa essere rivolta a ben altro.

    Un carissimo saluto.

    Ciao.

    berardo

    RispondiElimina
  12. Mai visto l' Isola dei famosi,ma la tua ironia mi piace.
    Caro saluto

    RispondiElimina
  13. un saluto a tutti gli amici intervenuti, stella, balua, arabafenice, inenarrabile, rockpoeta, ubikindred, cleide, dyotana, berardo, spero di non aver scordato nessuno

    Ora una considerazione, anzi due. Forse persino tre.
    La mia prima considerazione verte sulla ripetizione dell’avverbio tecnicamente.
    - Tecnicamente è vero quando dice cleide che io non ho mai visto parti considerevoli di un reality show, quindi a rigore non potrei esprimere un giudizio in merito (bisogna dire che pure se non vuoi vedere un programma, poi te lo trovi di fronte nei telegiornali, nelle trasmissioni di approfondimento, negli sketch comici, negli articoli di giornale, nei post, su you tube, insomma dappertutto).
    - Tecnicamente io non posso nemmeno dire che l’Isola dei famosi o il Grande Fratello non mi piacciano e infatti non l’ho detto.
    - Tecnicamente potrei non avere niente contro questi programmi, così come lo sceneggiatore di cinema citato nel post non aveva niente contro Amedeo Nazzari. Entrambi ci limitiamo a cambiare canale in determinate circostanze televisive, ma ciò potrebbe essere dovuto a qualche riflesso pavloviano e non a un giudizio di merito.

    Infine devo citare un fatto che mi ha colpito. Non molto tempo fa ho sentito Renzo Arbore parlare molto bene dell’Isola dei famosi, diceva che guardava con piacere le peripezie vere o fasulle sull’Isola. Ho sempre ammirato Renzo Arbore e quel suo giudizio mi ha fatto venire un (piccolo) dubbio sulle mie convinzioni. Quel dubbio tuttavia non è stato ancora sufficiente a farmi guardare una puntata di reality show, né una apprezzabile parte di esso.

    Veniamo ora a Vladimir Luxuria. Devo dire che avevo sempre sentito parlare benissimo di questo personaggio, quasi sempre da gente intelligente che apprezzavo e apprezzo. A me non ha mai fatto troppa impressione. Mi sembrava una figura un po’ troppo esibizionista e carnevalesca. Mi pareva che a volte uno potesse fare pure a meno di bivaccare nei più disparati e patinati programmi televisivi. Mi pareva che a una persona normale a volte potesse pure venire la nausea dei riflettori, magari per un paio di settimane, magari per il tempo di farti una gitarella ad Acapulco o sulle Montagne Rocciose.
    Poi siamo arrivati ai fatti di questi giorni. Cioè siamo arrivati a un personaggio eletto in Rifondazione Comunista (e che avrebbe continuato a rappresentare questo partito in Parlamento se non si fosse verificato il recente tracollo elettorale dell’estrema sinistra) che di punto in bianco abbandona ogni istanza di ribaltamento sociale e va a parcheggiarsi nel luogo più glamour e frivolo di questo pianeta, probabilmente per fare il fenomeno da baraccone che attutisce la noia dei cupidi telespettatori di questo scorcio di sfortunato millennio. L’argomento più forte usato dai sostenitori di Luxuria è che costui non è mai stato iscritto a Rifondazione Comunista, quindi tecnicamente (ecco che torna il fatale avverbio) aveva le mani libere per fare ciò che vuole. Sarebbe troppo banale e bambinesco ricordare che se ti fai eleggere in un partito che vuole rivoluzionare la società forse dovresti evitare di comportarti come la Contessa di Paolo Pietrangeli, forse sarebbe bene non accamparsi nei salotti mondani o nel loro più deleterio corrispettivo televisivo.

    RispondiElimina
  14. però a prestarci attenzione, mi sembra quasi ci sia più serietà nel mondo reality che nella politica...a volte...potrei sbagliarmi...però...
    ciuz/.)

    RispondiElimina
  15. .. bè.. se vi interessa sapere tutto ma proprio tutto su tutti i reality che passa la tv.. CHIEDETE GENTE, CHIEDETE..

    Io sono la classica italiana media (.. e mediocre.. )

    Guardo l'Isola, il GF, la Talpa, Amici e ammetto di aver visto anche una puntata del subito chiuso Wild Wild West!!


    E.. pronti coi fucili?? SEGUO ANCHE BUONA DOMENICA, TALVOLTA!!!


    ... si, sono tresh.. si, i personaggi son scadenti, forse nemmeno bravi.. ma che male c'è a staccare il cervello???

    Non è che possiamo sempre guardare talk, tg deprimenti e parziali, e tagliarci le vene con le brutture della cronaca politica italiana e mondiale, no??

    Cio' detto.. venendo a Luxuria.. Purnon pacendomi particolarmente come personaggio politico.. trovo che nello showbiz sia assolutamente fantastica e darà all'isola un tocco novità che non guasta di certo!!

    Poi.. mi ripeto.. se un bel maremoto tenesse alcuni naufraghi isolati per qualcosa in più di un paio di mesi.. e se magariu malgiolio volesse raggiungerli..bè... non avrei nulla in contrario!!! ☺ ☺

    RispondiElimina
  16. Passo, un po' incuriosito, a rinnovare l'apprezzamneto per l'arguto commento/post.

    Concedendomi il Copia&Incolla:
    "Sebbene reputi la politica alla stregua di un baraccone quale è lo spettacolo oramai, m’aspetterei che l’etica e la coerenza prevalessero.

    Od almeno il buon senso."

    Lascio un saluto.

    Davide

    RispondiElimina
  17. Sally brown, potresti pure avere ragione. Anzi hai senz'altro ragione. Dopotutto sia la politica che i reality show sono fatti da uomini e gli uomini, in fondo, sono tutti uguali e mossi dalle stesse molle comportamentali (compreso ovviamente il qui presente Capitano).
    Balua, non c'è niente di male a seguire l'Isola dei famosi, basta che lo si faccia con un pizzico di ironia, come tutto. E tu sei senza dubbio dotata di ironia. Un saluto a te.
    Davide, grazie per il passaggio e la citazione, che condivido.

    RispondiElimina
  18. Allora, già era un post geniale poi mi citi l'avvelenata. Non contento di ciò mi citi Cirano.Questo innalza il post a vette altissime. Su "Liberazione" hanno difeso la scelta, bisogna andare dalla gente dicono. Dicono. Bah. Io non ho la puzza sotto il naso e guardo di tutto però........

    RispondiElimina
  19. Grazie x esser passato a lasciare un commento sul mio ormai non piu curato blog.. e scusa se il tuo commento del 27 maggio riceve una risposta ke siamo ormai ad aggosto..mi piacerebbe sapere come ci sei arrivato... a te piacerebbe sapere che anch'io sono napoletana..ma vivo altrove..
    ciao.
    http://www.tisianoncepiu.splinder.com/

    RispondiElimina