giovedì 13 agosto 2009

Test dell’ottimismo: immaginate il vostro funerale

ultimoblogger Vi propongo un test per misurare ilvostro grado di ottimismo. Ma non di quelli di certi guru americani dell'autostima che ci ammanniscono bestseller taroccati su come sondare e migliorare la percezione di noi stessi. No, il mio test dell'ottimismo è molto più semplice e non vi rapinerà nemmeno di un centesimo.
Per prima cosa dovete pensare al vostro funerale. Come che c'entra il funerale? E' fondamentale per capire la percezione che avete di voi stessi. Affermo addirittura che solo quando sarete nella bara capirete chi siete veramente. Siete pronti? Allora iniziamo il nostro test. Provate guardatevi intorno (lo so che non è facile dato che siete in un bara) e rispondete a qualche piccolissima domanda.
Quante persone sono venute al vostro funerale?
a) Da 0 a 5
b) da 6 a 30
c) da 31 a 200
d) Oltre 200.

Come sono vestite?

a) Completo da spiaggia, con zatteroni e bermuda.
b) Jeans e maglietta.
c) Completo da impiegato delle poste come vorrebbe il ministro Brunetta.
d) Abito nero severissimo, qualche donna ha persino la veletta.


Come si comportano?

a) Sono del tutto indifferenti. Gli uomini parlano dell'ultimo gol di Totti e le donne del delizioso paio di déecolletées rosso rossetto, tacco a spillo da dieci, quasi regalate da una boutique del centro.
b) Parlano dei fatti loro, ma almeno lo fanno sottovoce e si sentono a disagio.
c) Osservano un silenzio composto e attonito, guardano spesso verso la vostra bara in testa al corteo funebre, hanno l'aria di chi pensa: se ne vanno sempre i migliori.
d) piangono e si disperano. Gli uomini sembrano sopravvissuti a uno scontro con un tir e le donne, vestite a lutto, si strappano i capelli come nell'antica Grecia o nelle commedie di Eduardo e gridano al mondo le vostre molte qualità da vivo.

Che tempo fa alle vostre esequie?

a) E' il febbraio più freddo dell'ultimo secolo. Diluvia e soffia un vento di bora che supera i cento all'ora. La gente impreca contro il cretino che ha deciso di morire in quel giorno da cani. Ogni tanto qualcuno affonda nelle pozzanghere profondissime che costellano il percorso del corteo funebre.
b) E' novembre: solo qualche goccia di pioggia, tempo malinconico.
c) E' aprile, c'è un bel venticello fresco.
d) Splendida giornata estiva. Un franco sole riscalda i cuori e infonde letizia negli animi.

Sentite una musica al momento dell'inumazione, è:

a) "Vattene amore" di Mietta e Amedeo Minghi.
b) "Quando finisce un amore" di Riccardo Cocciante.
c) "Age of Acquarius" dal musical Hair.
d) "Così parlò Zarathustra" tratto da 2001 odissea nello spazio.

Sulla vostra tomba c'è scritto:

a) Niente.
b) Un breve epitaffio.
c) Epitaffio in versi a rima incatenata in cui si citano le luminose fasi della vostra vita.
d) Scritta finemente cesellata sul tipo dei basamenti delle statue di re e filosofi in cui si enumerano i vostri successi, che sono più numerosi di quelli elencati da certi blogger fanfaroni nei loro profili o nelle colonne laterali dei loro blog.

Ecco i risultati da assegnare alle risposte: zero punti alla lettera a e tre alla d. Se ottenete un punteggio alto, siete ottimisti e avete una sufficiente autostima in voi stessi da non dover comprare manuali che vi insegnino a non piangervi addosso.
Allora come è andata? :-)



23 commenti:

  1. Divertente. La media è verso il C per cui bene.

    P.S.
    Ho letto nel tuo profilo della tua ammirazione per Magnus che condividiamo.
    Alla prossima

    RispondiElimina
  2. Navigo a bassissimo punteggio, credo dovrò cercarmi un manuale di autostima. ;)

    RispondiElimina
  3. Idem come Gians. Sto nel mezzo in maniera preoccupante. Indi credo che continuerò a trastullarmi con l'ultimo manuale sul pensiero positivo che ha pure funzionato per una settimana circa, nel senso che parevo una scema che vaneggiava ottimismo da tutti i pori, ma poi, come sai, ce so cascata di nuovo.Al momento, l'unico manuale che funziona con me, mi sa che sei tu. Il che non so se sia una buona cosa.))))

    RispondiElimina
  4. Lucien, la media della c è alta soprattutto se leggi questo mio post:
    http://penultimi.blogspot.com/2006/10/quante-persone-verranno-al-mio-funerale.html
    gians, navighiamo tutti in acque basse.
    Cleide, io sono un gran bel manuale, leggimi bene. Potrei diventare miliardario scrivendo manuali di autostima, gli editori non sanno che cosa si perdono, olé!

    RispondiElimina
  5. oh cavolo, io ho cercato di immaginarmi nel mio misero vaso in cui ci saranno le mie ceneri... ma nulla. Ma avrei invertito i punteggi a quasi tutte le domande

    RispondiElimina
  6. .. ecco.. anche io mi vedevo nel vasetto delle ceneri!!!! Vorrei funerali a porte chiuse.. dici che posso chiederli???

    RispondiElimina
  7. Mi mancava davvero questo test ma e' meglio che non lo faccio per non ritrovarmi sorprese!ciao cap.giampaolo.

    RispondiElimina
  8. Ciao Capitano, da quanto tempo non passavo di qua! Però che ne dici adesso di metterti un po sotto l'ombrellone, sembra che il sole non ti stia facendo tanto bene.....:)))...

    RispondiElimina
  9. Bello questo test.Me lo tengo buon per il ferragosto (d'altronde, il funerale di Ferragosto è un evergreen...)
    Cioa
    Zelda

    RispondiElimina
  10. Navigo credo intorno alla c

    in realtà penso (poco ottimisticamente) che verrebbero in pochi ma che quei pochi sarebbero buoni (quindi risposta d alla seconda domanda)

    Quindi nessuna donna con il vestito rosso (vedi canzone di N. Fabi su questo tema dal titolo omonimo)


    Morire a Febbraio; ci sono nato in quel mese perché non morirci.

    Epitaffio: mio e cioé "Vincente come uomo, fallito per la società" tratto da una mia poesia edita "Epitaffio di una Carcassa Vuota" (molto ottimista come poeisa lol)

    Risultato finale: difficle dirlo perché i punti alle lettere b e c non li hai messi se non ho capito male. Cmq alla fine credo di essere a metà classifica :-)))

    A presto Capitano
    Magari un giorno saremo vicini di "Terra".... (fai gli scongiuri lol)

    RispondiElimina
  11. ERRATA CORRIGE: risposta C alla terza domanda volevo dire.

    Acquarius come canzone tra quelle che hai messo. Ma forse sceglierei Bring me the Disco King di Bowie é in tema.

    RispondiElimina
  12. Che belle acque, non di meno, gli squali stanno alla larga, a quanto pare siamo troppo sfigati. ;)

    RispondiElimina
  13. di Crimilda, il vasetto delle ceneri.
    di Balua, il funerale a porte chiuse.
    di giampaolo, via dalla pazza folla (al funerale).
    di Veneris, un posto (non) al sole.
    di Zelda, il funerale a Ferragosto.
    di Daniele Rockpoeta, l'epitaffio di una carcassa vuota, di cui ci impossessiamo tutti: Vincente come uomo fallito per la società.
    di Gians, chiare, fresche e dolci acque.

    Un salutoferragostano agli amici.

    RispondiElimina
  14. Primo commento dopo il rientro dalle ferie... ma mi intriga troppo il post.
    Io penso spesso al funerale... e a parte una delle domande (o meglio le possibilità offerte), le altre mi sono riuscite facili.
    1 = c (da 31 a 200)
    2 = b (jeans e maglietta, molti sono ragazzi e giovani)
    3 = c (sono attoniti, proprio per effetto della loro età giovane)
    4 = b (Aprile... e loro si ricordano quando mi facevo accarezzare dal vento mentre rifuggivo il sole)
    5 = x (ho già scelto i canti... da quello di inizio "What as wonderful world" a quello finale "Don't worry, be happy")
    6 = b (epitaffio in latino)

    Ben trovato, caro Capitano.
    Alla prossima...

    RispondiElimina
  15. Caro Mio Capitano il mio punteggio è 10! Considerando che all'ultima domanda non ho potuto rispondere perchè personalmente sono favorevole alla cremazione e quindi non avrò una tomba:le ceneri sparse al vento in montagna (possibilmente) Chi mi vorrà ricordare potrà farlo attraverso il blog e non in questi luoghi tristissimi e sempre più brutti che sono i cimiteri, il mio senso estetico mi impedirebbe di "riposare" in luoghi simili!

    Ciao.
    berardo

    PS
    A quest'ora fa leggermente fresco e sono riuscito a connettere, leggermente! Se questo caldo non accenna a diminuire faccio sempre più fatica a riunire i pochi neuroni rimasti!!

    RispondiElimina
  16. Grande Francesco. :-)
    Sai che ho sempre immaginato (non scherzo) il mio funerale?
    Ebbene: ho risposto invariabilmente C, e A all'ultima, venendo a scoprire che non sono ancora da analisi junghiana ventennale.
    ;-)

    RispondiElimina
  17. Agli ultimi tre intervenuti, kaishe, bera e enne, noto che i risultati si assomigliano e che questo post ottiene ancora un certo credito.
    Io non saprei rispondere al test. di solito sono sul disilluso, ma mi posso pure sbagliare :-)

    RispondiElimina
  18. CASSANDRO

    Dato che il post continua ad ottenere un certo credito (ma in genere lo ottengono tutti i tuoi post in quanto maliziosamente accattivanti ed assai ben scritti) intervengo pure io solo per comunicare, qualora dovesse interessare a qualcuno, che io non penso che nell'occasione possa interessarmi agli "altri" (come numero, abbigliamento, ecc. ecc.) che mi seguono, in quanto sarò intento a pensare a me stesso (egocentrismo?)in quella situazione (che mi richiama molto alla mente quel film di Totò in cui egli essendo molto povero e non potendosi permettere un funerale decideva "all'ultimo momento" di recarsi al cimitero . . . a piedi!)
    impegnato nella mia ultima . . . risata


    DA RIDERE MI VIENE

    Ma che ci posso fare se mi viene
    da ridere a pensare al momento
    in cui via andrò da queste scene
    e volerò lassù nel firmamento?

    Speriamo! . . . Ah, che risate nel vedere
    me steso col rosario tra le mani
    il fazzoletto in testa per tenere
    chiusa questa boccaccia mia che strani

    - chiamiamoli così - discorsi ha fatto,
    e voi a dire: "Ma quant'era saggio!"
    . . .tutti . . . e nessuno che...ero un po' matto

    . . . come pensava . . . ben dritti al passaggio
    di me che me la rido quatto quatto,
    chè sono finalmente un "personaggio!

    (Cassandro)

    a

    RispondiElimina
  19. Cassandro, splendido sonetto del tutto integrato con lo spirito del mio post.
    Totò col funerale ci sta a meraviglia. Sul tuo funerale si deve saper ridere, come sapeva farlo il principe della risata.
    Non se qualcuno di me dirà che ero saggio (dubito), forse si dirà che ero un po' strambo. Spero che si dica che ero un blogger. :-)

    RispondiElimina
  20. Accattivante pure il sonetto di Cassandro. Strambo mi pare un po' riduttivo per descriverti. Blogger? Spero e credo possa dirsi bel altro di te un giorno. Io dirò, se non trapasserò prima,che mai dono fu più gradito dell'incontrarti sulla mia strada. Olè!
    :)

    RispondiElimina
  21. Ha ragione Cleide, ma non pavoneggiarti sei gran tocco di Blogger. ;)

    RispondiElimina
  22. ho fatto 18...tutte risposte c!!!!
    :o)

    RispondiElimina