domenica 13 agosto 2006

Mammina, mi ha turbato il piedino


Mammina, mi ha turbato il piedino. Mi ha fatto venire la bua al pancino, quel nudo piedino smaltato di rosso che si muoveva come un serpente sinuoso. Avresti dovuto vederlo, mammina, era tutto curve e faceva su e giù, su e giù, si inarcava, sembrava vivo. Quel piedino sensuale era un’arma puntata contro il mio pancino tormentato. Te lo giuro, voleva spararmi e uccidermi, quel cattivo cattivaccio. Povero me, mi brucia tutto qui sotto, come se avessi mangiato una sfilza di peperoncini. Come brucia, qui sotto. Ahia, ahia, come posso farmi passare questo fuoco?

Aspetta, mami, ti racconto tutto per bene. Smattina ero nell’ufficio postale per pagare la bolletta della luce. Avevo preso il numero e mi ero seduto, quando ecco che vicino a me si siede questa perfida vampira. La prima cosa che fa è di accavallare un coscia e agitarmi il suo nudo piedino smaltato di rosso sotto il naso. Cosa ho fatto io? E cosa vuoi che abbia fatto, mami? Ho fissato per qualche secondo quella creazione dell’Onnipotente, osservando stregato la scarpina slacciata che ondeggiava sulla punta dell’alluce. Accarezzavo con gli occhi la curva flessuosa che si dipartiva dal calcagno, lo snodarsi della caviglia levigata, l’intermittente contrarsi di quelle dita da sogno. Oh mami, mammina, non puoi credere con quale malia oscillasse quella scarpina sul piede nudo. E’ stato allora che ha iniziato a venirmi la bua al pancino. Tanta bua, tanta tanta bua qui sotto, mammina. Dopo un po’ ho dovuto spostare lo sguardo, perché tu mi hai insegnato a non fissare a lungo le persone, anche se magari ne guardi solo una parte come ho fatto io. Perche le donne sono così cattive, mammina? Perché ci fanno venire tutta questa bua qui sotto? E’ perché ci odiano che ci fanno così male?

Come dici, mami? No, la ragazza nell’ufficio postale posta non era svestita. Niente cosce in fuori. Niente mutande sbattute in faccia come va di moda ora. No, non aveva nemmeno una scollatura fuori dal normale. Però ora che ci penso aveva un paio di occhiali molto provocanti. Questi con la montatura nera e le stanghette da pole position che ti fanno venire gli occhi delle stregacce mezze nude della tivvì. Quando la cattivona della posta mi guardava da sotto quegli occhiali criminali, mammina, mi faceva sciogliere dentro. Mi sentivo un gonfiore qui sotto, come quando ti viene il bitorzolo in testa, ma più duro. Era duro come la pietra, qui sotto, che paura ho avuto.
Se ho fatto qualcosa? No, la vampira col piedino assassino era scortata da ben due ragazzi belli grossi. E poi mi conosci, non per niente mi hai messo tu al mondo, stella stellina. Io non sono un pappagallo da uffici postali. L’unica cosa che potevo fare era fissare il tu sai cosa tu sai come. E il peggio era che potevo guardarlo solo di tanto in tanto, per non farmi prendere per un orcaccio delle favole. Non volevo mica passare per uno di questi brutti omaccioni malati che farebbero le peggiori perversioni alle ragazze! Porca paletta, mammina. Scusa, scusa, non dico più le parolacce. Come soffrivo, che dolore! Se la vampiraccia fosse stata un po’ umana avrebbe smesso di agitare la sua arma spietata e mi avrebbe fatto un massaggino al pancino per farmi passare la bua.

Cosa pensavo sbirciando il piedino nudo? Oh, niente di importante. Avrei voluto slinguazz… cioè accarezz… Insomma, volevo dire azzannar… sbranar… magari solo un morsetto nella parte polposa di quel piedino nudo. Un morsetto piccino picciò, lo giuro, mami. Mi sarebbe piaciuto assaggiare anche il suo alluce rosso. Un colpettino e via, giuro, senza masticare quelle carni saporite, parola di ex chierichetto. Non le avrei fatto mica male, per chi mi hai preso? Dici che non sta bene prendere a morsi un piedino, anche se è smaltato e provocante come quello? Allora forse un bacetto sul collo del piede? No? Nemmeno con la, ehm, lingua ci potrei fare niente?
Come sei cattiva, mammina! Non per niente sei pure tu una femmina. Perlomeno me lo posso sognare stanotte? Sì, cercherò di non fare quelle brutte cose lì, mami mammuccia, mentre sogno. Giuro giuro giuro. Però se sto dormendo come posso controllare ciò che faccio?

1 commento:

  1. Commenti importati7 settembre 2008 17:00

    Vorresti sognare anche il mio "piedino" così????? Ti lascio la curiosità, Penultimo. Ciao ciao...;)
    postato da Michelle il 13/08/2006 17:01

    sono contenta che sei tornato! Una cenerentola moderna e inconsapevole di ciò che scatena con i suoi piedini nudi... capita alla posta! Ma puoi sempre scegliere di pagare le bollette via internet! :) PS masturbarsi è una cosa naturale e sana
    postato da simona il 13/08/2006 17:03

    ma dici tutto alla mammina tu???!!!
    postato da Sara il 13/08/2006 20:35

    Miiiiii mi sembra di sentir parlare una franca Valeri al maskile con al telefono la sua mammà! :-) post intrigante se ci fosse stata un po' meno la mammina... Un caro saluto...credo di non essere mai passata da te, poco male, ho rimediato. Buona domenica.. Rozy
    postato da deadlikeme il 13/08/2006 20:39

    Avviso ai naviganti: penso che per i prossimi giorni mi divertirò a scrivere un po' di post di argomento soft erotico come questo. Sono perfettamente in grado di scrivere post anche di erotismo più corposo, ma considerazioni di carattere sociologico mi consigliano per il momento di soprassedere a questa opzione. :-))
    postato da Capitano Achab il 13/08/2006 22:17

    scusa ma...no niente...
    postato da li il 14/08/2006 00:51

    a codard che ne diresti di firmarti? Mi sento umiliato al posto tuo per la tua mancanza di coraggio.
    postato da Mio Capitano il 14/08/2006 01:04

    Un po' di sana provocazione non fa mai male. Del resto, chi non si è mai masturbato/a dopo aver "subito" qualche impulso erotico inatteso? Ciao Capitano, buona giornata.
    postato da Amfortas il 14/08/2006 10:43

    Piove, gran belle sensazioni.
    postato da Mio Capitano il 14/08/2006 11:48

    Il piedino eh ? Sei un grande Mio Capitano _ un saluto a tutti gli ultimi..uomini rimasti ;-)
    postato da indio il 14/08/2006 15:48

    ciao, grazie di passare e del commento... l?ho apprezzato molto! :) torna quando vuoi, sei benvenuto. carino questo testo... mi è sembrato di vedere quei piedini con lo smalto in rosso fuoco, cupo come il suo vestito, la sua bocca... :) un abbraccio. a presto. tali
    postato da tali il 14/08/2006 16:02

    Mio Capitano... sono tornata da Madrid. Sapessi quanti piedini fasciati di rosso ho visto! Anche il marito ha gradito... però molte di loro avevano i baffi!!! Ciao, a presto.
    postato da Mary il 14/08/2006 21:33

    il piedino velato..è stato un incubo per me
    postato da cl.donatella il 14/08/2006 22:49

    ..è una lunga storia.E' stato sgomento,delusione e ora..solitudine
    postato da cl.donatella il 15/08/2006 01:02

    mamminaaaa, butta la pasta...del Capitanooo! ;)))
    postato da matrix il 15/08/2006 02:04

    Guarda che ti ho già detto e c'è scritto tutto dai primi post, che sono stata curata preziosamente dall'Esseno e sono cresciuta ma nn per questo la mia sensibilità è diminuita...diciamo solo che sono più forte...ma se tu sei cattivo e mi fai piangere...sob! :)))
    postato da matrix il 15/08/2006 02:35

    Lo sai che prima pensavo che tu fossi un brutto porco e ora invece penso che sei un bel maiale! (Giorgio Trestini).
    postato da mela il 15/08/2006 14:49

    idem....un abbraccio!
    postato da mela il 15/08/2006 21:32

    Ragazzi, so che avevo detto Ferragosto, ma la soluzione del supercruciverba la pubblico domani. Oggi ho mangiato fuori e sono ancora appensatito dalle abbondanti libagioni.
    postato da Capitano il 15/08/2006 22:45

    Sei proprio un ragazzaccio...!
    postato da Skin il 16/08/2006 00:24

    Ciao, Penultimo! Appesantito dalle libagioni di Ferragosto? O turbato dai troppi piedini scalzi, sulla sabbia dorata? :P 'notte, a presto. Michelle.
    postato da Michelle il 16/08/2006 00:34

    Assolutamente no.Sarà sempre peggio... Dai,non dire che non capisci,Capitano...! Di donne non te ne intendi,solo di cruciverba? Ti sto provocando...non ho bisogno di piedini..Baci
    postato da Skin il 16/08/2006 01:24

    'notte a te, Capitano. I reconditi significati del mio post? Tutti da scoprire...;) 'notte, e non contare i piedini per addormentarti. Rischi di passare la notte in bianco!!!! Michelle.
    postato da Michelle il 16/08/2006 01:33

    piu' si resta sul soft piu'è erotismo...piu' si va nel concreto piu'adddio erotismo ma si scivola nel porno nel senso nell'ordinario.Carina l'idea del piedino smaltato e sandaletto precario...che provocano erotismo inconsapevole...(sara'?)ma poi la conclusione(che era conseguente e quindi nn serviva sottolinearla cosi' clinicamente)con quelle lenzuola bagnaticce...è poco dignitosa...insomma:lasciare indovinare è nn solo piu' attizzante ma pure piu' elegante...che poi l'onanismo sia sano, se è per questo lo è pure fare la pipi'...ma mica è erotico raccontarlo!...(tutti i gusti...). Se poi volevi fare una cronaca di dove vanno a finire le conseguenze dell'affollamento all'Ufficio Postale...allora hai centrato in pieno....ciao e fatti una tisana anti libagioni ferragostiane!
    postato da claudia.cal il 16/08/2006 06:31

    x matrix:mi hai fatto ricordare una storiella: quella del Tartaro che aveva il problema del serpente...(e-rettile). La sua ragazza ,per capirne la causa, fa un sopralluogo nei medicinali in bagno e trova la Pasta del Capitano sullo scaffale.."AH! ecco perche'-legge- "Pasta del Capitano :nn fa venire il tartaro..."è sciocca ma tant'è...ciaooo Milu'
    postato da claudia.cal il 16/08/2006 06:37

    Un giorno posterò il sogno erotico che ho fatto stanotte, giuro. Ciao :-)
    postato da Amfortas il 16/08/2006 12:43

    Glielo do io il permesso al tizio del racconto di fare quel che vuole nel suo lettino....Dì alla mamma di passare da me, che la gonfio! Baci baci.
    postato da Ran il 16/08/2006 13:48

    RispondiElimina