lunedì 19 novembre 2007

L'invasione degli ultracorpi virtuali


L'invasione letteraria inizia così. Ci sono la moglie, l'amico di sempre, il fratello, il salumiere sotto casa che non sono più loro. Cioè sembrano la moglie, l'amico, il fratello, il salumiere sotto casa. Ma non sono qualcosa d'altro. Lo sai, lo senti. Hanno la stessa faccia, lo stesso sorriso, la stessa cicatrice sulla caviglia o sullo stesso preciso angolo di spalla. Ti sanno raccontare persino particolari della tua vita che nessun altro potrebbe conoscere. Ma non sono loro. Sono entità aliene e probabilmente ostili.

Questo è il tema del mio preferito romanzo di fantascienza, L'invasione degli ultracorpi. Da ragazzo devo averlo letto qualche decina di volte. Non avrei mai pensato che un giorno, nella vita reale, si sarebbe potuta creare una situazione analoga. In effetti, lo sappiamo, anche nel virtuale, soprattutto blog e chat, non tutti i nostri interlocutori sono quelli che dicono di essere. Magari uno giura di vivere in un posto e invece staziona agli antipodi, dice di essere maschio e si scopre che ha qualche curva in eccesso, lancia gorgheggi giovanili pur essendo in età pensionabile, si dice bello, alto, magro, ottimista e di sinistra o squassato da un drammatico problema personale o familiare quando invece... La situazione è tale che spesso ci poniamo interrogativi pure su persone virtuali conosciute da tempo e con cui magari ci siamo fatti un mucchio di risate da compagnoni di bisboccia. Quel tipo, sì, il simpaticone che snocciola tutte quelle battute briose, sarà chi dice di essere? O ancora, sarà maschio o femmina, uno o trino (nel senso che interpreta almeno tre o più diverse personalità sul blog o in chat)?

Per molto tempo sono stato convinto che sì, esistevano gli ultracorpi da internet, cioè trasformisti virtuali che si spacciano per chi non sono. Ma dovevano essere casi sporadici. Dopotutto, mi dicevo, magari può essere divertente per un po' prendere i panni di un personaggio interessante o bizzarro, apparire più affascinanti o misteriosi di come ci percepiamo. Però mentire sul blog o sulla chat dovrebbe essere una pratica di cui ci si rompe le scatole in fretta. Al contrario una mia conoscente un giorno mi fece capire che forse mi sbagliavo. Un suo amico stimato professionista, mi raccontò, si aggirava da mesi sulla chat fingendosi donna, pur non essendo in alcun modo omosessuale. Non ricordo quale fosse la giustificazione di questo signore. Forse voleva esplorare lati remoti della sua personalità o divertirsi come se interpretasse un eccitante ruolo a teatro... forse era soltanto un poveraccio che non c'aveva ‘na mazza da fare. Il mio commento nella circostanza credo sia stato più o meno: questo è un mondo di pazzi!

Mi resi conto che forse ero troppo ottimista sul tema qui trattato quando scrissi il post L'identità segreta dei blogger, in cui sostenevo che alcuni blog aggiornati con poca frequenza nascondevano una seconda o una terza identità di personaggi virtuali magari altrimenti noti. Il mio post ebbe un'accoglienza caldissima. In realtà è il post in cui ho ricevuto più commenti, oltre cento. Soprattutto si trattava di commenti non taroccati, cioè non prodotti da un paio di persone che usano il blog come una chat, ma da molti blogger spesso sconosciuti, che scrivevano riflessioni lunghe e meditate, come se l'argomento in questione fosse da loro molto sentito (cioè come se si fossero spesso imbattuti in interlocutori virtuali che gli avevano mollato qualche fregatura).

Da quel momento ogni tanto mi arriva per mail o per altre strade qualche soffiata sul fatto che il tal personaggio o la talatra tizia potrebbero essere tutt'altra persona. O mi si informa che alcuni blogger, di sesso, età e personalità opposte, in realtà ne potrebbero essere uno solo. Alcune valenti investigatrici del web sono alacremente all'opera per svelare i misteri dei sotterranei non del Louvre, ma del blog. E pare che le vicende e i personaggi di questi paraggi virtuali diano loro sempre materia per dubitare del prossimo.

Chiudo con un appello e una sfida: spettro trasformista del blog, fantasmino dispettoso dalle cento web-personalità, se ci sei batti un colpo, anche due, in questo blog. Manifestati a me, che ti evoco! :-)

1 commento:

  1. Commenti importati19 giugno 2008 16:23

    commenti

    Acc... ebbene si, chiamami Ugo!
    postato da http://stregagatta.blog.tiscali.it/ il 23/11/2007 00:46

    Mi sono persa un post imperdibile. ed è imperdonabile.
    Cmq se posso dire la mia: credo che sono fin troppo trasparente sul blog, che mi permette di rivelare forse la miglior parte di me, che non andrei a spifferare ai quattro venti, proprio perchè chi mi legge non mi conosce. Mi piacerebbe pure rivelarti che sono un uomo vestito da donna e che sono omosessuale, o che sono una spia della Cia o del Kgb, in realtà se proprio vuoi saperlo la mia aspirazione segreta è fare la parte di James Bond in Casino Royale, ma quella della della donna che infine muore mentre il palazzo veneziano affonda nella Laguna, che è la donna amata da James.
    Infine discorso serio: condivido che non va bene giocare con i sentimenti delle persone, con i sentimenti nella vita reale e virtuale che sia. a presto Cap
    postato da arial il 22/11/2007 13:18

    sarà che a me non interessa proprio "travestirmi"...io certe persone non le capisco.
    che interesse si può avere nel fingersi qualcun altro?
    sicuramente ho pensato spesso che se le persone che mi conoscono realmente non leggessero alcuni miei post starei meglio, dato che scrivo tutto senza censure e a volte qualcuno può sentirsi tirato in ballo...ma oltre questo fatto, davvero, non andrei.
    figurati chi si spaccia per sessantenne quando di anni ne ha venti o viceversa...a che pro?
    siccome non capisco, evito di giudicare.
    è una cosa che va oltre ciò che posso comprendere...dunque, sospendo ogni tipo di giudizio, che è meglio...

    essere me stessa credo sia già abbastanza difficile...
    figurati se mi complico la vita creandomi alter ego a raffica!!
    ;)
    postato da Lara il 22/11/2007 01:00

    ti ringrazio per aver simpaticamente partecipato al mio giochetto sui gatti... nonostante il dentista ;-)
    ti farò sapere se qualcuno degli animali rari che desideri potrà essere fornito!
    come vedi, sul blog generalmente non chatto, ma torno se mi va... e spero di essere gradita, senza dispensare favori!!!
    a presto, ciao :-)
    postato da sempreio il 21/11/2007 21:40

    oddio,oggi giornata dal dentista....allora oggi gelato:-))
    iris
    postato da iris il 21/11/2007 15:43

    A me invece è spuntata un'aureola. Chissà perchè! :-)
    postato da cleide il 21/11/2007 14:23

    Eccomi qui. Sono vivo per miracolo. Cioè sono vivo unicamente perché ho impedito al mio dentista di uccidermi come si apprestava a fare. Sì, glielo leggevo negli occhi. Voleva proprio ammazzarmi con trapani, pinze e armi bianche varie. Dopo aver tentato invano di accopparmi per un tempo non inferiore alla mezz'ora, il mio dentista ha avuto pure il coraggio di accusarmi di essere impressionabile. Gli ho risposto: "Hai ragione, se non fossi impressionabile ti avrei già piantato una palla tra gli occhi".
    Se prima di stasera recupero un minimo di energie, se riesco a superare gli effetti delle due anestesie locali subite per farmi torturare dall'aguzzino in camice, se riesco a smettere di imprecare contro il perfido maniscalco, scrivo qualcosa.
    postato da mio capitano il 21/11/2007 14:18

    Arguto e simpatico come sempre.E' un piacere leggerti.ciao
    postato da giampaolo il 21/11/2007 14:00

    Ciao Mio Capitano, intanto devo dire che la foto di questo post mi è piaciuta tantissimo perchè è proprio azzeccata per il tema. Dell'invasione degli anticorpi ricordo il film e se non sbaglio i marziani nascevano da dei baccelli giganti coperti di una specie di bava bianca e fialmentosa, terrificante! Per quanto riguarda il blog mi confesso un pò... ho chiuso il blog per riaprirne un altro tre volte e l'ultima con un diverso pseudonimo, "vento" per l'appunto. Però ho sempre avvisato tutti gli amici del mio ritorno. Per ben 2 volte ho avuto un blog alternativo dove scrivevo solo per sfogarmi senza dirlo a nessuno e guarda caso proprio con quel blog sono finita più volte in hp cosa che mi è successa moooolto raramente con i blog "ufficiali". Non mi è mai capitato di spacciarmi per qualcun altro, non ne sento il bisogno, diciamo però che evito di dare dettagli personali sul blog per evitare spiacevoli incontri di cui faccio volentieri a meno! Mi sa che mi sono dilungata un pò troppo, e vabbè, oggi ti tocca! baci baci dal vento
    postato da vento il 21/11/2007 13:11

    Basterebbe prendere il tutto per com'è, un po meno seriamente cioè. il problema è che in questo mondo virtuale si intrecciano sentimenti e relazioni che diventano reali, allora il gioco si fa sporco. ma quanto è bello sporcarsi, a volte.non ho più blog perchè non ho tempo e voglia, ma se ne avessi un altro non sarebbe criminogeno, credo. criminogeno è giocare con i sentimenti e mandare in confusioni le già fragili persone che a volte abitano queste curiose lande.la mia curiosità mi spingerebbe a volere sapere a chi ti riferisci, ma so che giustamente non diffonderesti questo tipo di confidenze avute. un saluto cap
    postato da Guiro Karelias il 21/11/2007 12:05

    Ho una piccola e interessante notizia per gli amici di Roma. Il primo dicembre alle ore 18 nella Libreria Bibli di Roma ci sarà la presentazione della collana Afrodite della casa editrice Graphe.it
    Afrodite è una collana di genere giallo erotico in cui sarà pubblicato presto pure il romanzo del qui presente Capitano di cui ho dato un'anticipazione su questo blog. Gli appassionati di libri e letteratura, o semplicemente coloro che vogliono passare una serata diversa sono invitati ad accorrere in massa alla Libreria Bibli. La serata vedrà pure la premiazione dei vincitori del concorso letterario "Eroticamente", autori di testi che, come si intuisce dal titolo del concorso, hanno un contenuto erotico, in questo caso collegato al cibo o al mondo dei profumi. Sara presente Mariella Calcagno, direttrice della suddetta collana libraria.

    Eccoci per le notturne:
    sempreio, ti ringrazio per il favore che mi dimostri leggendo i miei post e gratificandomi con la tua approvazione. Effettivamente con gli anni uno impara a condursi meglio sul blog.
    cleide, vade retro Minà (Gianni)! Iscritta al sito di Minà, anatema! :-)
    celia, anatema esteso a te che pure minaneggi. Una festa? Be', c'è da pensarci. :-)
    venere storpia, meglio scrivere quando si è confusa e felice come la Consoli.
    Giovanna, ed ecco che pure tu alla fine cedesti alla persuasione capitanesca. Verrò sul tuo blog con molta interesse.
    naike, letta e commentata la tua fatica letteraria.
    miss ribellina, non ti arrabbiare se non puoi postare per l'immediato, hai tanto di quel tempo ancora.
    MjB, annota la tua informazione sul nuovo blog. Concordo sul fatto che gestire più blog non è operazione agevole, né consigliabile per l'equilibrio psichico.
    fgem, letto e commentato il tuo post.
    Un saluto a tutti gli amici.

    postato da mio capitano il 21/11/2007 00:02

    forse stavolta ti sei ispirato pure a me ;-)))
    ciao capitano, sai cosa penso sinceramente di questo articolo scritto magistralmente come sempre? a me non frega proprio niente di chi sta dietro un post o un blog nel quale torno perché trovo delle parole che suscitano in me qualche interesse, o emozione, o sentimento... insomma che mi sappiano far in qualche modo cambiare espressione o stato d'animo. se chi sta dietro il blog ama fingere, affari suoi. ho solo capito, dopo un paio d'anni in cui bazzico qui, che bisogna mantenere il rispetto e un certo distacco, esattamente come capita con i vicini reali: troppa confidenza rovina la riverenza, si dice dalle mie parti :-)

    un gatto? delle praterie naturalmente...

    dolce notte capitano!
    postato da sempreio il 20/11/2007 23:10

    Celiaaaa..mica qui siamo a casa di Guiro. Questo le chiavi di casa non ce le molla. A me ha concesso un'altra chiave ( e me la son pure sudata..), ma non quella del blog. Neppure per un thè delle cinque con le amiche e i biscottini.E poi Giovanna vuole solo un'amica. Ed io non sono un'amica.Giocatela con Mjb...testa o croce.:-)
    postato da cleide il 20/11/2007 21:53

    Ma a noi Giovanna non lo dici il tuo indirizzo del blog? Dai che siamo una bella famiglia e ti organizziamo qualche festicciola... diglielo Capitano che io e le altre siamo fidate.
    Capitano ora che ci penso... ma noi qui una festa l'abbiamo mai fatta? :-)
    postato da celia il 20/11/2007 21:24

    Ciao Mio Capitano!
    Ricordo il post citato..
    Mi aveva colpito perche' per come sono io non so se riuscirei in qsto sdoppiamento.. Mi fregherei probabilmente sui primi commenti firmano Venere Storpia con il sito opposto.. perche' ad essere uno e trino bisogna anche essere molto lucidi ed io spesso scrivo quando sono incazzata o depressa.
    Io non penso di essermi mai imbattuta in doppie figure anche se a volte dubito che dietro certe ragazze ci siano in realta' maschietti focosi che si divertono un mondo a scrivere un po' di porcate..
    ma aparte qsto.. mi sembra che il mondo dei bloggers sia la realta' cche viviamo..
    Tu hai mai sentito dell'insospettabile che si rivela un serial killer?
    Ecco.. diciamo che qsto e' un mondo di pazzi!
    Chi piu' e chi meno..
    Kiss
    postato da Venere Storpia il 20/11/2007 18:58

    :-)))))) Cavaliere... MI CONSENTA... posso dirle che questo secondo me è il vero scopo di un commento sul blog? Ispirare e dare l'opportunità all'autore dell'articolo, di scriverne un'altro con divertimento ed ironia. Pssst, posso invitarti all'imminente apertura del mio blog ?:-) Ti avviso, saremo in pochi - ma buoni-, puoi portare un'amica, ma soprattutto porta la tua schiettezza, unico requisito richiesto :-)))))))))
    postato da Giovanna il 20/11/2007 18:03

    Cuginetta.
    Ti difendo io.
    A cosa servono i parenti sennò?
    postato da MjB il 20/11/2007 17:35

    Mi sovviene un dubbio: ma Naike ha letto il post? Mi sa che non è andata oltre il titolo. :-)
    Ora mi zompa addosso e facciamo il secondo round. Olè!
    postato da cleide il 20/11/2007 15:23

    caro franz, ti invito a visitare il mio blog e a leggere la mia nuova fatica letteraria. ci tengo alla tua critica! spero apprezzerai... cmq... non mi piace tanto la fantascienza sia nel cinema che nella letteratura... non mi ci son mai ritrovata, nn so perchè ma mi è proprio invisa! ti mando un bacio! bella l'idea di trasportare una trama letteraria nella vita di tutti i gg.. baci, naike
    postato da naike il 20/11/2007 15:10

    Capitano ti dico subito che ho letto molti tuoi post a casa di celia e devo dire che alcuni sono lontani da me in altri ho trovato tante cose che mi piacciono. Io ho solo 20 anni ma lo posso dire che scrivi bene?
    Sai cambio casa e non avrò più internet quindi questo è un saluto e un arrivederci non so quando potrò postare o commentare ma ogni tanto lo farò.
    Io nn ho ankora capito come funziona un blog figuriamoci due. Nn l'ho nemmeno capito bene che già non ci potrò più postare. Sono un po' arrabbiata per tante cose.
    Buon proseguimento e a presto
    miss ribellina
    postato da miss ribellina il 20/11/2007 15:00

    Colgo l'occasione per dirvi che ho aperto un altro blog.
    Anzi.
    Non l'altro.
    Lascio MjB.
    Che era troppa la gente li che mi conosceva.
    E quando cerchi una scappatoia anche dalla tua identità virtuale è perchè c'è qualcosa che non va.
    Ok.
    Io ho qualcosa che non va.
    Ma era inutile aprire due blog in contemporanea.
    Faccio fatica a gestirne uno.
    Figurarsi una moltitudine.
    E una persona (!) mi ha insegnato che poter scegliere è già una gran cosa.
    E in fondo è solo un blog il mio.
    E io passo.
    (di là).
    Vi interessa?
    postato da MjB il 20/11/2007 14:26

    Piccola postilla, naturalmente giovanna può continuare a commentare sul mio blog se vuole, anzi spero che lo faccia. za-zà. :-)
    postato da mio capitano il 20/11/2007 13:50

    Ragazzi, maledizione mi avete scoperto. Ho scritto questo post proprio per cercare di deviare l'attenzione da me e dalle mie trame virtuali. Ho cercato in tutti i modi di nascondere la mia identità segreta, ma prima o poi era destino che una persona più perspicace delle altre mi individuasse. Io sono il Cavaliere. Il Berlusca. Ho miliardi quanti voi non ne potete nemmeno immaginare. Ho ville in tutto il mondo, panfili, televisioni, persino intere cittadine. L'altro giorno ho comprato due rose nella piazza in cui raccoglievo gli otto o dieci milioni di firme contro il governo e ho mollato cento euro all'attonito venditore pakistano che me le ha cedute. Lo sventurato pensa che cento euro siano tanti, ma io li uso per accendermi i sigari quando non sono troppo umidi. Al poveraccio pakistano avrei mollato persino mille euro a rosa, erano un amorevole pensiero per quella santa donna di mia moglie, ma sapete come sono questi lagnosi della sinistra. Avrebbero attaccato con il solito lamento che sono ricco da fare schifo e che sono lo psiconano esibizionista di sempre, che fondo partiti come se comprassi caramelle Rossana. Be', e che ci volete fare, ognuno ha la sua croce.
    Se sono il Cavalier Berlusconi che ci faccio qui sul blog di questa graziosa contrada tiscaliana? Non ho modi più proficui per ammazzare il tempo? Vi dirò. Mi annoio. Non so più come spendere i miei soldi. Non so più come evitare che Veronica mi prenda a pesci in faccia sui giornali comunisti. E mi sono pure stancato di quei due rammolliti di Fini e Casini. E che palle! Cosa devo fare per far capire a quei due rimbambiti che qui c'è uno solo che comanda? Uff, che noia. Il governo non cade anche se ho strombazzato in tutto l'emisfero boreale che sarebbe affondato la seconda settimana di novembre. Dini non si smuove. Mastella non mastelleggia. I comunisti gongolano dicendo che a implodere sono stato io. Prodi Mortadella sembra il cane dei cartoni animati che sghignazza alla grande quando il biplano del suo padrone Barone Rosso precipita. E mo' me tocca ballare il valzer con Veltroni. Senza pensare che, se oso fare un complimento alla Brambilla o alla Santanché, Veronica mi salta alla gola con il coltellaccio di Shining. Che fare per ammazzare la noia? Comprarmi le ville di George Cooney sul lago di Como? Fregarmi l'isola del mar Rosso a forma di Etiopia acquistata da Brad Pitt e dalla Jolie? Farmi raccontare qualche barzelletta da Mike Bongiorno prima della dipartita, usare Fede come lustrascarpe o tuonare un altro po' contro le toghe rosse? La verità è che mi annoio. I soldi non sono tutto. Il potere nemmeno, dato che ti prendono tutti a calci nelle palle come se fossi un pigmeo senza capelli. Quindi un po' di tempo fa mi è venuta l'idea giusta. Il blog. Me ne vado a sfogarmi sul blog sotto mentite spoglie. Mi faccio passare per un poveraccio che scribacchia libri. Mi diverto a spararne quattro di quelle buone senza che i piagnoni della sinistra mi rompano le scatole accusandomi di approfittare della mia posizione dominante o dei miei depositi di dobloni d'oro. Vado sul blog e mi faccio una nuova vita. E così ho fatto. Mi spiace che questa mia avventura virtuale sia finita a causa dell'intuizione ingegnosa di un'anonima indignata. Ma questo conferma una mia idea. Gli anonimi virtuali sono più intelligenti dei blogger normali e quando si indignano, poi, rasentano il genio. Abbiate pietà di me. Ora mi tocca tornare a una tediosa esistenza fatta di carrettate di soldi, lifting a gogò, oceaniche adunate di piazza e potere, potere, potere. Dio mio, come riuscirò mai a tirare avanti?
    Il vostro affezionato e attapirato,
    Silvio Cavalier Berlusconi
    postato da mio capitano il 20/11/2007 12:21

    ti invito a leggere quanto scrissi in proposito nel mio post "uno, nessuno ,centomila bloggers" il 6/6/07.ciao
    postato da fgem il 20/11/2007 11:41

    Non sono una trasformista, ma vengo trattata come se lo fossi per il solo fatto che non ho un blog, e quindi lascio un commento senza alcun link. In tema col tuo post, posso quindi affermare di "pagare un prezzo" per un qualcosa alla quale sono estranea. Ho toccato con mano la diffidenza di molti - la tua compresa -, ed ogni volta resto perplessa . Non voglio tediarti con le mie considerazioni, chiudo però con alcune riflessioni, o meglio, con alcune domande che mi sono posta, e che vorrei porre a molti: se io commento un post, e mi firmo col mio nome, ed il mio intervento non è malevolo, non è polemico, non è aggressivo, perchè mi devo ritrovare ogni volta a " giustificarmi" per non avere un blog? Perchè devo sempre " difendermi" e dire che io sono DAVVERO io e non zorro mascherato? Perchè ogni volta devo difendere la sincerità , la verità di quel che scrivo ?Perchè il mio commento non viene invece preso semplicemente per quello che è, e cioè un segno che sono entrata in un blog che mi piace, che ho letto un post interessante e che ho sentito l'esigenza di lasciare una traccia del mio passaggio, spassionatamente, senza calcolo, senza un tornaconto personale visto che non ho un mio spazio al quale dare visibilità ? Si diffida di chi non lo ha, e si da credito ad altri solo perchè hanno un blog, trascurando che in essi spesso si celano molti trasformisti come hai ben sottolineato.Nel blog, come nella vita ,si scelgono le persone che si desidera avare accanto, ed anche in questo spazio virtuale, forse, dovremo recuperare la fiducia, anche se non bisogna mai abbassare la guardia. Comunque ho capito chi sei. Oggi nella rassegna stampa in tv la maggior parte dei quotidiani titolavano che era tornato il CAVALIERE, nel post precedente dici che sei Dio :-) SEI BERLUSCONI !! Ciao e scusa il disturbo
    postato da Giovanna il 20/11/2007 11:20

    Eh lo dicevo io hai visto quasti ultracorpi virtuali che si sono rivelati? :-)
    Facciamo un gioco... se non si rivelano loro li riveliamo noi ( di nuovo faccina)
    Si legge che scherzo? Spero di si. Anche se io dello scherzo ho avuto sempre un concetto strano ( ari-ari-faccina)
    Ciao Capitano... io lascerei questo post per almeno due settimane e magari continuerei a postare su BlogSpot... prima o poi gli amici e nemici passeranno... e qualcosa la dovranno dire... noi abbiamo comunque il rivelatore delle macchie di sangue come il RIS :-)
    Basitteddu
    postato da celia il 20/11/2007 10:51

    Non ci sarà bisogno di assumere Taormina, iltov, anche perché quell'avvocato si distingue per farti perdere le cause con le sue trovate da Perry Mason dei poveracci. Avevo detto in quel vecchio post che ALCUNI blog non aggiornati frequentemente FORSE indicavano seconde identità virtuali, come vedi ci sono aggettivi indefiniti e avverbi a sufficienza per non sentirsi coinvolti in quella categoria.
    Un caro saluto a isimaro, sempre gentile e briosa, a cleide, intuitiva investigatrice in seconda e a Celia, la giustiziera di Liam Dyer (ovviamente si sta scherzando e Liam lo capirà se passa di qui).
    Anche la mia evocazione del fantasma non dell'Opera, ma del blog è stata, si sa, ironica. Per movimentare un po' le acque sonnolenti di questi paraggi virtuali. Un saluto agli amici.
    postato da mio capitano il 20/11/2007 10:04

    Non credo saranno in molti coloro che accoglieranno il tuo invito alla confessione. Almeno ci avrai provato.
    Io ripasso per controllare i commenti, non si sa mai.
    Un saluto.
    Gianni.
    Dimenticavo, sono uno di quelli che aggiornano il blog con scarsa frequenza, ma mi dichiaro innocente e totalmente estraneo ai fatti. Ho già contattato l'avvocato Taormina, è disposto ad assumere la mia difesa.
    postato da Iltov il 20/11/2007 08:32

    Questo si che è un post! :-)
    Non che anche gli altri non lo siano stati ( Capitano sai quanto io ti stimi) ma questo è decisamente oh yeahh!!!
    Allora vediamo...
    Mi manifesto a te pure io....
    Ho un nome e una faccia sono donna e sarda e ho pure i testimoni :-)
    Non ho un altro blog anche se ad onor del vero ammetto che un'altra persona, un'amica, mi ha passato il suo per ragioni difficili da spiegare anzi no visto che mi devo manifestare lo faccio volentieri. Premetto che quel blog non esiste più e che è durato due o forse tre settimane e lo presi in consegna per ragioni che tu spieghi benissimo nel tuo post... ossia verificare alcune cosucce e alcune identità ( cosa che è stata fatta). In quel blog però iniziavano a commentare persone che per altre vie conoscevo e non volendo prendere in giro nessuno ho chiuso definitivamente. Mi piace la correttezza sempre e appena mi sono resa conto che il mio comportamento non era onesto ho chiuso. So che in giro ci sono blogger abbastanza interessanti ma che si spacciano per diverse persone con diverse vite e con diversi blog. Che non c'è davvero, e per quanto mi riguarda, nulla di male se il rapporto virtuale rimane solo quello di scambi di commenti senza sentimento. Quando però oltre ai commenti arrivano anche le mail e le confidenze e l'amicizia allora la sincerità prima di tutto e sopratutto la consapevolezza che dietro ai nick si nascondono persone, esseri umani in carne e ossa a cui bisogna portare sempre rispetto.
    Come ben dice Cleide qua nessuno è fesso e io di certo non lo sono. Faccio finta quando mi va e mi conviene ... Come dico sempre "Di virtuale nella rete c'è tutto ma di tutto ciò che è virtuale ne rimane traccia".
    E caro Capitano le orme lasciate dai ladri sono ovunque. Mi ricordo ancora e che risate quando io e Cleide abbiamo scoperto almeno cinque o sei blog del simpatico Lian Dyer. Per non tirar dentro Cleide ( sembra così la descrizione di due Tom Ponzi) ammetto che lei era solo la mia assistente... Nel suo blog originale Lian diceva che aveva chiuso e poi negli altri invece continuava a postare trovai persino una sua pagina web in cui cantava. Bellissima. E glielo dissi nel commento che l'avevo scoperta... rimase molto male perchè ovviamente era per lui un segreto...L'indirizzo del blog Lian lo cambiava a tempo di record. Quando si accorse che avevamo scoperto il suo secondo blog su cui con faccia tosta avevamo commentato cambio' subito l'indirizzo. Eravamo on line tutti e tre nello stesso momento... ( mi sa che si aggiunse anche Venere) al quinto blog scoperto le abbiamo offerto una birretta in segno di pace. Infondo era solo uno stupido gioco e Lian persona permalosa ma davvero simpatica pensava che fossimo della Cia o Hacker... oh mamma ma non lo sanno che io e Cleide lo siamo davvero? :-)
    A parte tutto caro Capitano giocare fa bene a cuore e mente e ci si distrae ma se la distrazione diventa presa per il culo allora... no non va più bene.
    Perchè davvero nessuno è fesso. Ma proprio proprio nessuno e non parlo di indirizzi IP e di provenienze che tutti possiamo scoprire...no cose molto più semplici che sfuggono agli ultracorpi virtuali della rete perchè vale sempre il castigo della fata turchina a Pinocchio che per ogni bugia gli faceva crescere il naso.
    I nasi lunghi sono ovunque. Voglio vedere in quanti si manifesteranno. Questo post dovrebbe raggiungere almeno 200 commenti e oltre se tutti avessero il coraggio di dire... E complimenti davvero a Isimaro per la sua sincerità che è sempre, almeno per quanto mi riguarda, ben accetta.
    Un bacio dall'isola ( ti baciano tutte, mo' pure io)
    :-)
    postato da celia il 19/11/2007 19:01

    Cleide tranquilla è tutto ok..appena posso ti mando una mail..
    Non so..ho provato a me non da problemi l'apertura del blog..Bo!
    Un bacio
    postato da isimaro il 19/11/2007 18:17

    Isi il mio intervento non voleva essere polemico, davvero. Forse avrei dovuto aggiungere una faccina. Anzi ho apprezzato la tua spontaneità, come sempre.Tra l'altro non riesco ad entrare nel tuo blog..mi impazzisce il pc. Si aprono centomila finestre..fai qualcosa!!
    postato da cleide il 19/11/2007 17:45

    Cleide..
    Ti assicuro che non ho un altro blog per cercare di far fesso nessuno...
    Infatti ci posto poco e non è frequentatissimo...
    e' solo che li ci sono solo pensieri, frasi emozioni di un attimo che nel marasma di argomenti di Isy sarebbero stati confusi,, travolti..E' il blog del mio cuore , della mia anima dei miei sentimenti al di la di ciò che succede nel mondo..
    Tutto qui...
    da poco ho avuto l'idea di farlo conoscere a tutti.. ma ancora lo voglio tutto per me..
    Forse sbaglio ma è ciò che voglio e mi spiace se qualcuno si può sentir preso in giro..
    L'intenzione non è quella...
    postato da isimaro il 19/11/2007 17:29

    Isimaro ha svelato il suo segreto.Io non ho segreti ma tu questo già lo sai. Io ho un nome e un volto, per te e per molti altri. E non ho un altro blog. A differenza di altri. E non c'è niente di male ad avere un altro blog.Una volta aprii un altro blog insieme ad altre persone. Ma ci siamo ritrovate ad essere commentate da persone con le quali già ci rapportavamo nei nostri blog. Abbimo chiuso, ci pareva una scorrettezza. Non è carino presentarsi ad una persona ed interagire con questa con diverse identità. Anche perchè qui nessuno è fesso.:-)
    postato da cleide il 19/11/2007 16:41

    Un post perfetto...
    é proprio così...mai fidarsi di un blogger odi un personaggio virtuale...
    Te lo dice una che ha cambiato sesso in nome del blog, ma che ogni volta che ci scrive dentro si spoglia di ogni maschera..scrive solo quello che sente sul serio...
    ti svelo un grosso segreto..
    Isimaro ha un Alter Ego..
    In pratica la sua essenza senza orpelli e baroccherie varie..come direbbe qualcuno.. poche ma efficaci parole..
    perchè niente è mai ciò che sembra..
    Hey! ma non svelare a nessuno il mio segreto...
    postato da isimaro il 19/11/2007 15:52

    RispondiElimina