venerdì 2 maggio 2008

La stagione dell'amore

- Tra l'amore e la politica?

- L'amore.

-Tra l'amore e una pizza doc fatta da "Enzuccio a bbomba", pregiata pizzeria fornitrice dei Borboni fin dal 1823?

- L'amore.

- Tra l'amore e una valutazione di sei decimi del PageRank del tuo blog fatta da Google?

- L'amore.

- Tra l'amore e il sorriso gioioso di un bambino che tende la manina trallallero trallallà?

- L'amore.

- Tra l'amore e una crociera sullo "Spirit of sex without the city", con il personale di bordo meglio della Bellucci o di Raul Bova?

- L'amore.

- Tra l'amore e una corsa per i campi verdi della pubblicità del Mulino Bianco?

- L'amore.

-Tra l'amore e la nutella che non ti fa ingrassare anche se la mangi a secchiate?

- L'amore.

- Tra l'amore e un posto di lavoro raccomandato alla Rai, tredicesima, quattordicesima, quindicesima, precarietà zero, esempio ponte dal 23 aprile al cinque maggio, alloggio facilitato a spese dei contribuenti e via dicendo?

- Aspe', questa è difficile, fammi pensare. Scelgo sempre l'amore.

- Tra l'amore e la finale di Coppa dei Campioni in cui il Napoli strapazza il Manchester United con una tripletta del figlio illegittimo di Maradona, dichiarato nell'occasione erede universale dallo stesso Pibe de Oro?

- L'amoreeeeee, sempre l'amoreeeeee. L'amore vince sempre, come te lo devo direeeeeee?

- Intuisco dalle tue risposte il tema di cui ci parlerai.

- E ho pure l'immagine lirica che rende giustizia ai sentimenti leggiadri che mi terremotano il cuore.

- Sono curioso. Si tratta forse di un tremulo raggio di sole che pennella le auree chiome di una fanciulla trafitta da Cupido? O magari ti sei spinto fino alle chiare, fresche, dolci acque, alla pargoletta mano, al muto orto solingo o persino all'estremo, unico fior?

- Beh, quasi, si tratta di cammelli.

- E che diavolo c'entrano i cammelli con l'amore?

- Non lo sai? In alcuni paesi arabi è d'uso cercare di acquistare una donna che ti fa battere il cuore offrendo un numero di cammelli adeguato. E' un segno di grande rispetto, di sicura passione, il cammello è un animale sacro e vitale da quelle parti.

- Passione nei cammelli?

- Rifletti un attimo liberandoti dai tuoi logori preconcetti occidentali. Hai allevato per tutta la vita una mandria di cammelli, li hai nutriti, curati, hai diviso con loro tempo, emozioni e avventure, hai lavorato e dormito con loro. A un tratto vedi questa donna straordinaria che ti fa esplodere il cuore e per averla offri al padre o al suo tutore i compagni inseparabili della tua esistenza. Sei disposto a separarti dai tuoi fratelli non umani per farti cedere quella femmina unica. Non ti sembra la più grande dimostrazione di un amore purissimo?

- Non sono sicuro di seguirti e poi, ecco, a me i cammelli fanno un po' schifo. Tra l'altro so che ti sputano pure in faccia.

- Non spaccare sempre il capello in quattro! Se non ti piacciono i cammelli, ci sono i cavalli, nobili e leali animali ammirati universalmente.

- I cavalli vanno meglio, però...

- Niente però. Qui non parliamo di cavalli qualunque da scambiare con una donna qualunque. Ma di animali speciali da barattare con la specialissima femmina che ti ha rubato il cuore. Per capire la portata di questo gesto d'amore pensa di essere un uomo che sussurra ai cavalli sul tipo di Robert Redford.

- In effetti assomiglio molto a Redford da giovane.

- Lasciamo perdere. Sussurri ai cavalli per anni, li coccoli, li vezzeggi, gli racconti cose che non confideresti a tua madre e ti specchi per anni nei loro occhioni riconoscenti. Riesci a comunicare addirittura con la loro anima equina. Li guarisci magari dai traumi che hanno amareggiato la loro esistenza, come fare la cacca nel salotto della padroncina o andare in bianco con la puledra dei loro sogni. Alla fine prendi questi tuoi amici a quattro zampe, a cui hai sussurrato il meglio del tuo repertorio da sussurratore di cavalli, e li scambi contro una donna. Prendi tre, cinque, dieci amici a quattro zampe e li scambi contro una sola donna che di zampe, cioè di gambe, ne ha appena due. Che ha una criniera meno lunga e vistosa, zoccoli meno forti, cosce meno salde, pelle meno splendente, groppa meno robusta. Solo una persona profondamente innamorata acconsentirebbe a uno scambio tanto svantaggioso. Solo l'amore potrebbe farti fare una simile pazzia.

- E questo dunque sarebbe il tuo post d'amore? Cammelli o cavalli contro una donna?

- Già, ti è piaciuto, vero? Però non è merito mio se sono tanto ispirato, è la stagione che mi fa diventare sentimentale.

1 commento:

  1. Commenti importati12 giugno 2008 13:01

    c'ero già anch'io su questo post (cerco infatti di inseguire sempre i tuoi post a raffica) ma in incognito, firmai infatti, erroneamente, con OZIO e non 'o zio, digitando quindi la parolina misteriosa al posto del nome. Purtroppo, alla mia età, è facile distrarsi, visto che la stagione dell'amore....ma Emma è sempre un'altra cosa.Ciao Capitano, ora corro al tuo nuovo o nuovi post.Parolina questa volta è puoi, come vedi, ho già la risposta.Ciao
    postato da Giovanni il 10/05/2008 22:36

    molto divertente, ma prenderei il posto alla RAI subbbito...
    mi stai simpatico e ti bloggorollo
    saluti ALF**
    postato da @discoclub il 05/05/2008 18:00

    tanto, guarda... l'amore - che si tratti di uomo o donna - poi finisce. Sempre. E allora... tanto vale tenersi i cammelli!
    ciao
    postato da bluantho il 05/05/2008 07:13

    Sarà la nuova stagione, sarà il profumo nell'aria dei fiori, o il dolce cinguettar degli uccellini...
    L'amore...
    come una canzone accompagna il ritmo delle nostre vite... un fluido magico, una droga quasi, un bisogno.. di dare più che di ricevere, un istinto a rinunciare a volte e ad inseguire... a cedere, ad offrire...
    Chi ha l'amore ha tutto, non occorre altro.. per questo si è disposti a rinunciare finanche a grandi quantità di cammelli offrendoli per amore... perché l'amore d'amore si nutre.. e di niente più
    postato da demi4jesus il 05/05/2008 01:03

    oltre l'affare commerciale, oltre il cammello c'è comunque l'amore. Così come oltre la dote con le lenzuola ricamate che la promessa sposa preparò con i centrini al tombolo, oltre il rituale che ammucchia soldo su soldo, c'è l'amore. Per entrambi gli sposi, vale per gli usi dei paesi dove si compra la sposa con il cammello, vale dove si compra (o no?) il marito con la dote. Ma entrambi si pagano, e come! e le famiglie di provenienza. Per dire,che in sostanza,tutto il mondo è paese.Lo chiamavamo Patrizio o marocchino e vendeva orologi fuori dalla ditta,al parcheggio, ma era troppo nero per essere marocchino.Ottimo commerciante, parte del guadagno lo mandava alla moglie rimasta al paese. A parte accantonava qualche soldino, fino a potersi pagare una capretta e viaggio in aereo dal paese all'Italia.Così un giorno arrivò la dolce ragazza comprata (bastò la capra, non il cammello), giovane e bella: immaginate canti e balli di gioia. Per pochi giorni, poi, per conto proprio, arrivò dal paese la moglie. Per un pò di Patrizio rimasero solo interrogativi al parcheggio. Tornò con un bel e grande paio di occhiali, anche se più neri gli occhi non potevano diventare. Per dire, che tutto il mondo è paese.Patrizio sa che al suo paese le donne sono emancipate, come le ragazze che qui non ricamano più al tombolo. E si vogliono bene. L'amore è sempore il più forte,oltre capre, cammelli e dote. Patrizio, però, ha due amori, E sembra che stia vendendo anche occhiali per comprare due capre. Ciao, Capitano. Ma Emma...!
    postato da ozio il 04/05/2008 23:30

    Mi spiace, caro Bera, se sei invidioso perché nessuno offre per te cammelli o cavalli da sussurratori di cavalli. Non ti crucciare, magari prima o poi si presenterà qualche anima buona con un ronzino alla tua porta. :-)
    postato da Blood Mary il 04/05/2008 22:20

    Caro mio capitano, la stagione ti farà pure pensare all'amore, e ti senti pure ispirato ma un post sull'amore così mi pare un po' ardito.Hai rischiato che tutte le tue fedelissime commentatrici si ribellassero (certamente hanno colto il senso ironico...o sbaglio?). A dire il vero una sola (emi) mi pare ha posto il dito sul "limite" del tuo ragionamento:nel senso che se la donna non è d'accordo, non tanto sul numero dei cammelli offerti, ma di essere acquistata e quindi dover condividere la vita con chi ha fatto l'offerta, come la mettiamo?
    Il problema della donna come colei che se pur venerata però viene acquistata mi pare che non sia proprio il pensiero corrente almeno in occidente!
    Voi donne che ne dite?
    Basta che qualcuno offra un certo numero di cammelli e voi subito lì pronte a seguire il compratore?
    A di là del senso ironico e divertente del capitano, perchè non dite il vostro pensiero, sul come sentite l'argomento?

    Un saluto a tutti.

    Ciao.

    berardo
    postato da bera05 il 04/05/2008 17:16

    Come dov'è finita Emma? Emma c'est moi, dissi tempo fa, e mai nessuna affermazione si rivelò più profetica.:)
    postato da cleide il 04/05/2008 11:27

    Ragazzi, sono seriamente preoccupato. Pare quasi che il posto alla Rai stia stracciando l'amore nei commenti. Dove sono finiti i tempi di una volta! Dov'è finita Emma, che si sarebbe fatta uccidere per un minuto di amore a prima vista! Tuttavia è difficile replicare alla riflessione che l'amore, be', di riffa o di raffa, bello o brutto, da fotoromanzo o da poveracci, in versione originale o piratata a Kong Kong, prima o poi te lo procuri... il posto alla Rai con quindicesime, ponti infiniti e intoccabilità assoluta, quello te lo puoi scordare se non hai santi in paradiso.
    postato da mio capitano il 04/05/2008 10:58

    ...La stagione dell'amore viene e va,
    i desideri non invecchiano quasi mai con l'età...
    ...La stagione dell'amore viene e va,
    all'improvviso senza accorgerti, la vivrai, ti sorprenderà...
    Ne abbiamo avute di occasioniiiiiii... Canto Battiato :)
    Sui cammelli ho già detto. Pero' tra l'amore e un posto di lavoro raccomandato alla Rai, tredicesima, quattordicesima, quindicesima, precarietà zero, esempio ponte dal 23 aprile al cinque maggio, alloggio facilitato a spese dei contribuenti e via dicendo... ci devo pensare. Ci penso. Ci sto pensando. Cacchiolina quanto ci devo pensare. E' la parola raccomandato che non mi piace il resto dove devo firmare? :)
    No, non è vero. Scelgo l'amore che almeno per quello non servono raccomandazioni, che è ben pagato, non in soldi certo ma in tante altre cose, belle cose, utili cose, necessarie cose che non hanno termini di paragone con niente altro. Però io ho un'idea. Siccome l'amore lo ho già mi sa che se ho pure il posto alla Rai non è che mi farebbe tanto schifo. Ovvio un posto alla Rai sede Sardegna possibilmente in quella di Cagliari. Eh... quante cose voglio!!! Mi sa che mi tengo solo l'amore e sarà quel che sarà. :)
    Buona domenica Capitano!
    postato da celia il 04/05/2008 10:06

    ... Tempo fa feci anche io questa considerazione, che in fondo nei paesi orientali forse la donna vale di più, tempo fa da noi avere figlie femmine era un disastro, perchè per farle maritare bisognava approntare la dote, il corredo, non solo le facevano lavorare come schiave a casa, ma per prenderle si volevano anche pagati....
    firmato una donna
    (sono anche per l'harem, figurarsi, per prenderti pagano e in più dividi il lavoro con le altre.... :-) )
    postato da Rosa il 03/05/2008 23:14

    Piaccia o meno, l'amore è sempre il sentimento che trascina di più. Madrigali, poesie, canzoni, film, romanzi, sculture, quadri... non c'è espressione artistica che non abbia trattato questo tema. A questo proposito faccio una digressione: è noto come generalmente si ritenga che le bellissime opere liriche dell'ottocento abbiano generalmente avuto librettisti mediocri. Tuttavia c'è una frase del libretto scritto da Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci per la "Cavalleria Rusticana" di Mascagni che, secondo me è di altissimo livello poetico.
    Canta compare Turiddu: "ca se i' moro e vaco 'mparaviso si nun ce trovo a ttia, mancu ce traso" (perchè se dovessi morire e andare in paradiso, se non vi trovo anche te, non entro neppure). E' la rinunzia più grande che si possa immaginare, anteporre l'amore per la propria donna addirittura al paradiso!
    Meditate donne, meditate.
    postato da sergio il 03/05/2008 18:01

    mi spiace perchè sono troppo vecchia e ho già lavorato e lavoro ancora abbastanza se no il posto alla rai mai e poi mai lo lascerei scappare.L'amore si può sempre trovarlo un posto d'oro no,è raro ciao Ida
    postato da ida il 03/05/2008 16:03

    Penso che sia un post profondamente ispirato all'amore, che volere una donna cedendo un bene prezioso come i cammelli, utili per sopravvivere nel deserto, è una dimostrazione di grande amore.
    il problema è per la donna che si troverà a non poter scegliere tra un uomo o un altro, venduta come una merce.
    Ma di scherzo si tratta e ti possiamo perdonare questo piccolo piccolissimo scherzo sull'amore.
    Quando troveremo un uomo che ci comprerà come un cammello, saremo in ogni caso sicure se non altro del suo amore.
    postato da arial il 03/05/2008 12:33

    bravo, accostamento azzardato ma ne sei stato all'altezza. La pecca: bisognerebbe sentire cosa ne pensa lei, la donna.
    postato da emi il 03/05/2008 11:55

    Uomo di poca fede.Tsè! :)
    postato da cleide il 02/05/2008 17:41

    - Ehi, Hussein.
    - Dimmi, Omar.
    - Guarda quei due coglioni occidentali. Che ne dici se gli facciamo il giochetto di "Quanti cammelli tu volere per tua bellissima moglie?"
    - Che dici? E' uno scherzo vecchissimo e cretino. Non ci cascano più nemmeno i bambini.
    - Non hai visto bene, Hussein, quei due imbranati sono italiani. Quelli si sciroppano ancora le boiate del Grande Fratello e di Maria De Filippi. Ce li cuciniamo come vogliamo, parola mia.
    - Ce l'hai la macchina fotografica? Voglio riprendere la faccia da ebete del marito quando comincerà a sospettare che non scherziamo.
    - Eccola qui, amico mio. Una kodak ultimo modello a 12 megapixel, zoom ottico 6X e display da tre e cinque con tecnologia Ultra Cristal Bright.
    - Nascondila o non si berranno mai la storiella dei due predoni del deserto fermi al tempo della pietra.
    - Mi farò un poster con le facce da ebeti di quei due mangiaspaghetti.
    - Allora inizio io a offrire quattro cammelli per la moglie.
    - E poi io rilancio di sei.
    - Non fare subito come l'altra volta, Omar, dagli il tempo di capire cosa dico.
    - Se ci rimane tempo gli faccio pure la gag di Totò "Vide Omar quant'è bello". Che fortuna, come ci divertiremmo se non ci mandassero qualche coppietta italiana di tanto in tanto?
    postato da mio capitano il 02/05/2008 15:10

    ne ho nominati solo alcuni... sarà che quello di costantino è quello che mi ha colpito di più...comunque concordo anche su grilllo Facile fare demagogia quando si guadagnano quelle cifre...Ciao
    postato da Rita il 02/05/2008 13:54

    Ti offro un pizzico delle mie esperienze familiari. Circa quindici anni fa mia cugina è andata in vacanza in Marocco con i suoi genitori. Indovina che è successo?

    Un tizio inturbantato si è avvicinato loro, chiedendo quanti cammelli volesse mio zio per potersi portare via la cugina.

    Mica scherzo, eh?

    Naturalmente i miei zii se la sono svignata alla grande, ma ancora ogni tanto ci facciamo qualche risata sopra.

    :-)
    postato da Laura il 02/05/2008 13:51

    Leggevo le tue domande all'inizio e dentro di me rispondevo: l'amore, si.
    L'amore anche qui...
    Ho avuto un paio di dubbi solo quando, in cambio, potevo avere la nutella che non faceva ingrassare e la pizza.
    E poi scusa, vuoi mettere?
    I cavalli mica sanno cucinare.
    E mica sanno sorridere.
    E scrivere post (bellissimi come i suoi).
    E quindi.
    :)
    Baci.
    postato da MjB il 02/05/2008 13:37

    10 cammelli per questo tuo post.
    ...
    :-)
    un bacio
    Rosanna
    postato da Rosanna il 02/05/2008 09:40

    RispondiElimina