sabato 21 aprile 2007

L'uomo che non poteva morire


Vorrei segnalarvi il mio problema. Non perché possiate farci niente, nessuno può farci niente. Solo per sfogarmi. Anche se poi non mi sfogo troppo. Il mio problema, e ammetto che è una tragedia che fa di me l’essere più sfortunato di tutti i tempi, è che non posso morire. Avete capito bene, sono immortale. Posso continuare a restare sulla terra, a muovermi, vedere gente, fare le cose che fanno i vivi, senza soluzione di continuità. Io non morirò mai. Sono l’essere più sventurato del creato.
In verità sono molto, ma molto più vecchio di quanto chiunque penserebbe. Sono nato prima di Cristo, prima di Annibale, prima di una moltitudine di uomini e di avvenimenti. Se i miei calcoli non sono sbagliati, ho 2512 anni. Potete crederci o non crederci. Non fa molta differenza. Come sono diventato così? Be’, è stato tanto tempo fa, i ricordi tendono a confondersi. C’entra la magia. Quella nera, ovviamente. C’entrano stregoni, filtri magici, riti esoterici di cui s’è persa traccia da millenni. C’entra un’entità sovrannaturale che mi ha proposto un patto. Ero ubriaco di vino etrusco per farmi coraggio, ma non posso negare di avere accettato i termini del patto scellerato. L’entità sovrannaturale avrebbe soddisfatto un mio desiderio, ma dovevo dare qualcosa in cambio. Dopo aver scelto l’attributo che mi rendeva simile a un dio, sono rimasto sorpreso quando non mi è stata sottratta l'anima per pareggiare i conti. Ho pensato a un colpo di fortuna, avevo la vita eterna senza pagare dazio, eppure poi ho scoperto che il prezzo da scontare era ancora più salato.
Ho visto l’impero romano, le invasioni barbariche, le crociate, la scoperta di mondi nuovi, il secolo dei Lumi e molti Quarantotto e Sessantotto. Ho visto tutto quello che c’era da vedere, ho provato tutti i piaceri concessi agli uomini. Alla fine ti accorgi che la vita diventa come un film visto milioni di volte, fai le stesse cose, dici le stesse parole, compi gli stessi sbagli, vedi le stesse facce che pensano e vogliono le stesse cose. Alla fine ti accorgi che non ne puoi più di quel disgustoso e monotono film, che ogni giorno, ogni ora di permanenza sulla terra diventano un tormento. Ho dovuto rinunciare a molto più che alla mia anima, l’ho capito solo dopo.

Naturalmente ho cercato di morire molte volte. Mi sono trafitto con spade, buttato da ponti, avvelenato, sparato alla testa. Al tempo dell’Inquisizione, fattomi passare per eretico, mi sono immolato sul rogo. Niente da fare. Il mio corpo e le mie cellule si rigenerano dopo ogni tentativo fallito. Non posso morire. Sono l’essere più infelice del creato. Sono condannato a un supplizio un milione di volte peggiore di quello di Tantalo.
Tuttavia non sono del tutto senza speranze. Nemmeno l’entità perversa che mi ha condannato alla vita eterna era malvagia fino in fondo. Ho una possibilità per conquistare l’agognata morte. Posso lasciare questo mondo, ma si deve verificare un evento difficile a verificarsi in sommo grado. Io mi devo innamorare di una donna. Devo provare almeno una volta un sentimento lieto, spassionato, devo sperimentare la voglia di donare me stesso senza remora, senza tornaconto, di sacrificarmi al posto di una creatura che parla alla mia anima, devo desiderare dare la mia vita per lei se necessario. Devo provare l’amore, quello scritto tutto in maiuscolo, per poter morire.
In tutti i duemilacinquecento anni della mia esistenza questo evento non si è mai verificato. Ho conosciuto carnalmente innumerevoli donne. Ho conosciuto le gioie del sesso, della lussuria, ho provato ogni piacere, anche impeti di passione ispiratori di liriche ammirate per secoli. Ma ciò che ho provato non era amore. Però non ho perso le speranze. Magari incontrerò presto l’anima bella che prenderà il mio cuore, magari quell’anima bella si trova proprio tra le delicate creature che leggeranno queste righe. Prego il Creatore dell’universo che una di voi, o mie caritatevoli lettrici, si impadronisca del mio cuore in modo fa farmi beneficiare del sospirato trapasso.

1 commento:

  1. Commenti importati28 giugno 2008 14:11

    Per innamorarsi ci vuole incoscienza e tu sei troppo vecchio per riuscirci.
    postato da Paola il 21/04/2007 12:21

    E che saranno mai 2512 annetti! :-)
    postato da L'uomo che non poteva morire il 21/04/2007 12:22

    pensa che peso dovrà sentire la donna di cui ti innamorerai: darti la morte! :)
    postato da Lara il 21/04/2007 12:24

    E' meglio se scrivi una bella antologia sui macroscopici errori degli storiografi.
    postato da Paola il 21/04/2007 12:42

    credimi, è meglio un tronco senza un ramo che pieno di rami secchi!!! i germogli possono sempre nascere quando meno te lo aspetti! :) grazie per la visita!! torna presto!
    postato da Lara il 21/04/2007 12:45

    Caro mio Capitano, a noi persone comuni, capita il contrario: diventiamo immortali quando ci innamoriamo. Ma è un'evento raro, per pochi fortunati, capaci veramente di anteporre la vita dell'altro alla propria. Frida
    postato da khalofrida il 21/04/2007 13:03

    Non ti invidio.. per niente. Io mi sarei già innamorata da un pezzo piuttosto che vivere la condanna alla vita eterna.. Un saluto..
    postato da Valeria il 21/04/2007 13:39

    Ammaliante storia. E io ne prendo parte, volente o nolente, completamente rapita. Buon weeekend A.
    postato da anathea00 il 21/04/2007 13:44

    Dopo attenta e combattuta riflessione, sono giunto alla risoluzione che forse cercare la morte è un po' prematuro. Quindi ritengo di dover prolungare il mio soggiorno in questa valle di lacrime per almeno due o tremila annetti. Lo so che mi perdo una cosa splendida come l’amore, sono addolorato, annichilito, ma accetterò con abnegazione la mia condanna a piegarmi a fare solo sesso. Dio. Che disgusto, sesso, sesso e sesso per tremila anni, come farò a sopportare questo fardello?
    postato da L'uomo che non poteva morire il 21/04/2007 17:13

    Beh! che posso dire... Non ho parole come sempre del resto... Difficile trovare qualcosa che si avvicini al tuo stile che oserei definire unico....
    postato da isimaro il 21/04/2007 18:03

    Accidenti! proprio cinquant'anni fà ho incontrato uno come te: Joannes Buttadeus, detto anche Ahasverus o Isacco Lakedem. Mi disse quasi le tue stesse cose. Anche lui era immortale e vagheggiava la morte. Mi disse anche che era a buon punto con le sue ricerche e che, entro un centinaio di anni, avrebbe trovata la soluzione. Gli dissi: Isacco, mi dispiace per te e ti auguro di trovar presto ciò che desideri. Mi rispose: non chiamarmi Isacco, lasciami continuare ad essere conosciuto così com'era nei secoli dei secoli "l'ebreo errante". Coraggio mio capitano. Cercalo, e insieme troverete certamente una risposta.
    postato da sergio.bertoni il 21/04/2007 18:25

    Il tempo lo trovi per leggere due righe da me? Sciorrisooo....
    postato da matrixwoman il 21/04/2007 18:36

    Grazie per la visita ed il commento. Il mio post è assolutamente reale e il bambino della foto sono (anzi, ero) io a Padova.
    postato da sergio.bertoni il 21/04/2007 19:12

    Non è possibile che, in 2512 anni, non ti sia innamorato neanche una volta. Questo mi dice che la tua storia è fasulla.
    postato da Mullet Eye il 22/04/2007 03:21

    Caspita! Non so se cio' che scrivi sia vero o frutto della tua fantasia .. Non so quanti anni hai..ma penso che da cio' che scrivi e da come lo scrivi che ne avrai piu di 35. E non ti sei Mai innamorato? Com e' possibile? Non sai cosa significa camminare a 5 metri dal suolo e con in faccia stampato un perenne sorriso da ebete perche il tuo cuore ,che senti in gola da quanto pulsa forte e veloce, t ha regalato una ragazza a cui ti senti legato per l eternita.. Non sai cosa significa fare l amore con una donna che ami e svegliarti la mattina al suo fianco sentendoti forte, felice e avere la sensazione che tutto il mondo sia la dentro...e che la tua vita possa anche feramrsi in quel momento di eterno piacere.. Forza Mio Capitano!Dimmi che non e' vero! Non avere mai amato e' come non avere mai donato una parte di se.. Apri il tuo cuore ed il Mondo si aprira a te! ;)
    postato da Venere Storpia il 22/04/2007 13:34

    Ragazzi e soprattutto ragazze, non so perché pensiate che gli eventi di questo post si riferiscano a me. Ho ricevuto questo contributo in una mail, da parte di un tizio firmatosi "l'uomo che non poteva morire". Il mio misterioso corrispondente virtuale ha detto che voleva approfittare del mio bellissimo blog (e stranamente concordo con il suo giudizio), pieno di post affascinanti e briosi (stranamente concordo sempre con il suo giudizio), scritti con passione e dedizione rare a vedersi (sarò d'accordo con lui , stranamente, pure su questo punto?), per parlare della sua storia. Il mio misterioso interlocutore ha letto pure i giudizi di Mullet eye e di venenestorpia e anzi chiede se venere storpia è quella blogger che sì, camminerà pure a cinque metri dal suolo sentendo cinguettare i passerotti, ma che poi precipita dai cinquantesimi piani quando i Cinghiali con cui cinguettava si defilano. Naturalmente non sono responsabile dei giudizi dell’uomo che non poteva morire. Se avete da fargli degli appunti, lasciateli a me e io li inoltrerò a chi di dovere. Sempre Vostro, Capitan Franz
    postato da Comunicazioni dell'uomo che non poteva morire il 22/04/2007 13:58

    Beh digli che dovrebbe aspettare un altro po' prima di innamorarsi...tra qualche anno potrà farsi un viaggetto nello spazio e quello sì sarebbe qualcosa di nuovo^__^
    postato da Cappellaio.Matto il 22/04/2007 14:15

    Fai sapere al tuo amico che e' vero che io precipito dal 50 esimo piano quando mi accorgo che la cosa non va... ma e' altrettanto vero che giunta alla fine dei miei giorni potro' dire a testa alta di non avere avuto rimpianti perche ho sempre vissuto sino in fondo... Il tuo amico sopravvive...ed e' molto limitante...almeno per una persona intelligente come me.
    postato da Venere Storpia il 22/04/2007 14:16

    Ue, venerestorpia, si scherzava, spero che non te la sia presa. Ti faccio pure qui i miei complimenti per il tuo 30 all'università. Cappellaio, ho passato il tuo commento a chi di dovere. Dice che aspetterà di farsi in viaggetto interstellare verso la costellazione di Cassiopea, da cui paiono provenire messaggi intelligenti. :-)
    postato da Mio Capitano il 22/04/2007 14:41

    ah... l'amore... si ritorna sempre li vero? inizio a trovare snervante questa cosa...! baci mio caro, e salutami l'uomo che non può morire, io non posso aiutarlo ma gli regalo cmq la mia simpatia incondizionata! a prestissimo!
    postato da Naike il 22/04/2007 15:34

    ciao Mon Capitain! Non me la sono presa assolutamente! Anzi....ho messo una canzone nel blog che dedico al tuo amico che non ha mai amato... magari dalla canzone capisce cosa si perde!
    postato da Venere Storpia il 22/04/2007 15:41

    grazie per i complimenti! mi lusinghi (e lo sai!) il neologismo... significa che pretendo. cosa che un'amante nn dovrebbe fare, o per lo meno non sempre! grazie per l'attenzione, lo sai che apprezzo tanto... baci!
    postato da Naike il 22/04/2007 18:03

    Sai che ho ricevuto una proposta editoriale? mi piacerebbe sentire il tuo parere!
    postato da MW il 22/04/2007 18:07

    ohi ohi... questo dell?immagine si assomiglia taaaanto al mio uomo! :D e come hai fatto per vivere tanto? hai molte rughe? non ti si incrina la voce? ecc. scherzo... beato te! ;) a presto Tali p.s. non hai "punti deboli" come Achille? meno male...
    postato da tali il 22/04/2007 18:52

    Pur essendo una giraffa mortale ("per fortuna!" diresti tu..) capisco il tuo problema ma, considerando che l'anima bella dei tuoi sogni di mortalità probabilmente sarà ben nascosta, ti consiglio una bella, venefica, mortale "convention" di un qualunque partito politico o, ancora meglio, un seminario sulle "pari opportunità", se riesci ad evitare una strage, la tua morte, per noia, sarà g-a-r-a-n-t-i-t-a!
    postato da giraffa il 22/04/2007 21:17

    Se mai quest'uomo si innamorerà, allora sarà di una giovane donna, incontaminata dalla storia degli eventi, con la quale dividere il pesante fardello del suo vissuto. Ma a quel punto morire sarà l'ultimo dei suoi desideri.
    postato da spektra il 22/04/2007 22:04

    C'è SDOS su mosaiko! Ti aspettiamo!
    postato da MW il 22/04/2007 23:54

    IO non credo che esista davvero quella cosa che utopisticamente definiamo amore. Neanche vivessi 10000 anni troveresti una persona che ti "aderisce addosso" come vorremmo tutti. L'amore è un momento, breve o lungo, di felicità. POi comunque si trasforma, se si è fortunati in un grande affetto, se non lo si è in un grnade odio. Lapiz
    postato da lapiziotta il 23/04/2007 09:43

    L'amore uccide. GK
    postato da Guiro Karelias il 23/04/2007 10:54

    ...adesso sarà facile lasciarmi un commento.
    postato da Paola il 23/04/2007 12:18

    come diceva arwen al suo amato re aragorn, meglio una vita sola con te che infinite vite senza di te. beh le parole erano migliori ma il concetto è quello. supplizio tremendo, una vita eterna senza amore. ma anche una vita mortale senza amore. riguardo quanto scritto da me, in effetti sono una austeniana accanita, ovviamente dei libri ma di riflesso anche delle trasposizioni cinematografiche. devo dire che avevo dei dubbi sulla versione bbc con colin firth, invece ad oggi è la mia preferita. sono orgogliosissima dei miei 3 dvd in versione italiana, come al solito taroccatissimi. guai a chi me li tocca :-))
    postato da LaPiccolaIena il 23/04/2007 12:27

    L'uomo che non poteva morire dice che vorrebbe correggere qualche sua affermazione sull'amore. E per ottenere questo scopo mi chiede di pubblicare il testo di una canzone degli anni Sessanta dei "Giganti", il titolo è "Tema". Come sempre Vostro, Mio Capitano. Tema: un giorno qualcuno ti chiederà: "Cosa pensi dell'amor?" Amor... amor...amor... amor... (apre il tema Sergio) Penso che l'amor sia la più bella cosa che dia felicità, ma quel che credo è poi verità? Vedo tutti che si dan da fare per trovar una donna che col pianto in gola poi li lascerà. Viva, viva l'amor, è per l'amore che si canta viva, viva l'amor, e per l'amore ancora si vivrà. Amor...amor...amor amor... (continua il tema Giacomo) Amore è una parola, l'amore vero non esiste, è solo nei sogni di chi ha passato una triste gioventù. E' un sentimento che ora è vicino con la tua mano, cade come una stella, ed è lontano mille anni fa. Viva, viva l'amor... Amor... amor...amor... amor... (seguita il tema Francesco) Un'estate fa per molte notti insieme a lei ho creduto che fosse davvero gelosa di me. Sola la lasciai, ma poi in silenzio ritornai, ed ho scoperto che trovava chi consolava il suo cuor... Viva, viva l'amor... Amor...amor... amor... amor... (conclude Enrico Maria Papes) Credo nell'amor, in ciò che sente il nostro cuor, so di non sbagliar se dico che l'amicizia lo può dar. L'arte è nel cuor, e la famiglia è calor, poi una donna c'è per completare questo nostro amor... Viva, viva l'amor...
    postato da Capitan Franz il 23/04/2007 13:03

    Consiglio anche a te http://www.deathclock.com Magari avrai un'idea piu' chiara.... ;)
    postato da Catullo (nome vero) il 23/04/2007 13:08

    Accidenti, Capitano, non ti posso lasciare un attimo e mi diventi come l'Olandese di wagneriana memoria? Una riflessione sugli archetipi romantici sarebbe d'uopo, avendone il tempo. Ciao!(ho visto The Departed, film così così, ma contrariamente a te ho trovato meraviglioso che muoiano anche i "buoni")
    postato da Amfortas il 23/04/2007 14:43

    Ecco, sapevo dovevo leggere prima i commenti.... ......Credo nell'amor, in ciò che sente il nostro cuor, so di non sbagliar se dico che l'amicizia lo può dar. L'arte è nel cuor, e la famiglia è calor, poi una donna ci sarà per completare questo suo amor... Ciao Capitano buona settimana
    postato da LUX il 23/04/2007 15:52

    Certo che le dai una grande responsabilità a quest'anima bella, da una parte ti potrebbe portare in dono le gioie dell'AMORE ma dall'altra ti renderebbe vulnerabile alla morte. Ma se qualcuno ti amasse veramente non sceglierebbe mai di farti morire! e allora mi sa che sei destinato a rimanere immortale... :-) baci baci da un venticello leggero e felice
    postato da vento il 23/04/2007 15:55

    Un mia amica mi chiede di rendere pubblico un progetto di cui si è resa protagonista. Invito le persone interessate a dare uno sguardo al sito, su cui ci sono tutte le informazioni necessarie, Mio Capitano “Nasce un progetto per chi desidera avere una valutazione del proprio testo senza spendere cifre assurde, una cosa seria seguita ed accettata da case editrici che ci appoggiano nella nostra idea. “Incunabulum è appena nato e già in crescita, altre case editrici presto arriveranno per appoggiare il nostro lavoro e per dare in breve tempo una scheda precisa del proprio manoscritto c'è uno staff di buoni collaboratori già conosciuti in rete.” Il sito è questo: http://www.incunabulum.it/
    postato da Per chi scrive e cerca giudizi editoriali il 23/04/2007 16:16

    Si .... hai ragione sei proprio l'essere più iellato della terra! Milioni di anni che aspetti e quando la incontri ti tocca anche morire? Ma i lieti fine .... non li fanno più? Buona giornata
    postato da Missy il 23/04/2007 17:11

    Ciao Capy! Tutto bene oggi? Si credo che il mondo editoriale nn faccia per me, come il mercato dell'arte...sob!
    postato da matrixwoman il 23/04/2007 17:13

    Ciao.. La foto di Alberto Sordi è puramente indicativa, mi piaceva.. Il riferimento è ad una persona che per circa 10 anni è stato il mio miglio amico...
    postato da isimaro il 23/04/2007 17:46

    mi sono distinta per fare in modo che non mi confondessi...ma, mio capitano, sei davvero sicuro di non voler provare a percorrere la via del cuore e continuare a rimanere su questa terra altri due o tremila annetti senza amore, ma all'insegna del solo sesso? io non credo tu sia completamente coscente di te stesso....parli così soltanto perchè non conosci il vero amore...quello con tutte le lettere maiuscole come dici tu...in lui..amore e sesso si fondono all'unisono...in un unico orgasmo..con lui....morirai e rinascerai di continuo..sarà bellissimo se lo vorrai..sarà l'AMORE..il vero senso di tutta la tua vita...sarà la tua eternità..
    postato da paola the legal il 23/04/2007 17:47

    Ciao...ti auguro una settimana frizzantissima, ricordandoti che un pizzico di follia rallegra la vita… Besos nutellosi, Jenny
    postato da jennynutella il 23/04/2007 17:58

    Pensa con quanta gente potrei fare a botte sapendo di essere immortale. Diventerei il giustiziere nel corso dei secoli, altro che amore! :o)
    postato da margot il 23/04/2007 19:10

    Ho cercato di farmi concedere l'esenzione dal ticket sanitario per farmi una visita medica. Avevo scritto un commento su questo evento, ma mi è venuto così lungo che forse ne faccio un post. Il risultato? Zero.
    postato da Mio Capitano il 23/04/2007 21:49

    Due considerazioni: com'è possibile non innamorarsi in una vita così lunga? Inoltre sarebbe una bella fregatura innamorarsi e trovare così finalmente il piacere di vivere e a quel punto...morire!
    postato da sugarcim il 24/04/2007 17:15

    RispondiElimina