martedì 15 maggio 2007

Sono meglio le ventenni o le quarantenni?


Ci faremo una domanda: sono meglio le ventenni o le quarantenni? Naturalmente non daremo un giudizio di merito su queste due categorie femminili, cercheremo solo di capire quale di esse generi un’attrazione più cospicua e duratura presso il medio osservatore maschile o ciò che noi riteniamo tale. Per dare un giudizio sulla questione, esamineremo alcune qualità fisiche e psicologiche a nostro avviso fondamentali nel rendere seducenti e affascinanti ragazze e signore.

L’aspetto fisico. Il primo elemento da considerare, si sa, è l’aspetto fisico. E qui c’è poco da riflettere. Le ventenni sbaragliano il campo delle avversarie senza difficoltà. Pur riconoscendo che al giorno d’oggi molte donne sono splendide fisicamente anche ben oltre i quarant’anni, bisogna ammettere che le ventenni sono più snelle, eleganti, slanciate, palesano di meno i segni dell’età, si muovono persino con una leggerezza superiore. Insomma è inutile stare a farla troppo lunga. Le ragazze giovani hanno in mano poker d’assi dal punto di vista dell’avvenenza fisica, anche se bisogna riconoscere che le loro competitrici in questo post hanno spesso anch’esse delle buone carte.

Capacità di sedurre. E' chiaro che la faccenda non è finita qui, anche se presso un certo tipo di maschio corrivo l’aspetto fisico è praticamente tutto in campo sessuale. C’è ovviamente l’arte, l’abilità di sedurre (con un sorriso, con un ammiccamento, con un gesto, con il modo di proporsi, di apparire e soprattutto di comunicare). E qui dobbiamo ammettere che l’esperienza delle quarantenni ha la meglio. Sono donne più esperte, disinibite, conoscono di più il mondo, si sono trovate diverse volte - chi più, chi meno - in situazioni sentimental-sessuali e sanno come usare le loro arti in questo campo. Hanno visto quali sono le azioni, i gesti e le parole che funzionano. In breve sanno come si seduce un uomo e hanno meno remore, se interessate, a usare le loro conoscenze per affascinare. Sanno come si fa e sanno farlo. Le ragazze giovani, anche se tra loro non mancano quelle dotate in questi frangenti, non hanno un simile bagaglio di esperienze. Soprattutto non palesano la stessa sicurezza, la stessa disinvoltura nell’usare le armi della seduzione. Sono sempre stato convinto di una cosa (forse mi ha influenzato la Mrs Robinson dell’intramontabile film Il laureato), e cioè che se una media quarantenne volesse fregare il ragazzo a una ventenne ci metterebbe due secondi. Le basterebbe quasi lo schiocco di due dita e il giovincello piomberebbe stecchito ai suoi piedi. Questa azione non avviene, o avviene molto meno del prevedibile, solo perché in genere le signore di una certa età non sono interessate ai giovincelli, per motivi che esulano da questo post.

La sindrome della donna manager. E’ difficile spiegare questo concetto. Diciamo che spesso le donne che detengono una forma di potere (vale a parti invertite anche per gli uomini) risultano più attraenti per il medio osservatore maschile. Il che è come dire che nella maggior parte dei casi una manager risulta, a parità di altre condizioni, più desiderabile di una nullatenente. Si dovrebbe senza dubbio concordare che una quarantenne quasi sempre detiene un potere superiore a quello di una ragazza molto più giovane. Lavora, ha una posizione sociale acquisita nel tempo, oppure una casa da mandare avanti. Ha un determinato potere da esercitare in ufficio o a casa, o come minimo ha più soldi da spendere di una normale ventenne. La sindrome della donna (o dell’uomo) manager premia una certa categoria generazionale piuttosto che un’altra.

Per sviscerare a fondo la questione del post, dovremmo analizzare molti più fattori di quelli qui di sfuggita affrontati. La situazione potrebbe considerarsi al momento in perfetta parità tra le due categorie femminili esaminate. Tuttavia sto per produrre un argomento decisivo, una prova finale che sposterà senza dubbio il verdetto a favore delle quarantenni. Sto per presentare un elemento rivoluzionario che concederà in modo netto la palma della vittoria alle signore contro le signorine. E cioè voglio dire che… Voglio dire che… La prova decisiva, signore e signori, è… è… insomma…
Maledizione, ho scordato ciò che volevo dire. E’ passata proprio in questo momento una ventenne con minigonna e maglietta aderente e mi ha fatto passare di mente la parole. Però quella prova decisiva esiste, sono pronto a giurarlo. Va bene, aspetto che la fanciulla in minigonna si allontani e sono certo che, appena le sue gambe di cerbiatta saranno fuori visuale, mi tornerà in mente la prova decisiva a favore delle quarantenni.

Ribadisco, per evitare lapidazioni pubbliche, che l’incontro è finito in parità. :-)

1 commento:

  1. Commenti importati28 giugno 2008 14:04

    ome al solito tiri fuori dal cilindro cose che stimolano l'attenzione e sai esprimerti molto bene! Un bacio Anna
    postato da A&D il 15/05/2007 16:21

    Non ditemi che vi ho trattato male, o quarantenni, perché la splendidissima Madeleine Stowe ritratta a destra nella foto è mille volte meglio della sciacquetta fidanzata dell'Uomo Ragno raffigurata a sinistra.
    postato da Mio Capitano il 15/05/2007 16:29

    Che domanda ... hihihihihihi... E' come chiedere se sia meglio la poesia o la prosa. Oppure chi sia migliore fra Mozart, Miles Davis, Astor Piazzolla, i Deep Purple o De André. Una crostata di frutta o una torta alla panna. Una rosa o un'orchidea. Coppi o Bartali. Ogni persona interpellata al riguardo ti darà una risposta diversa. Per fortuna, altrimenti sai che casino, se a tutti piacessero - nello stesso momento - solo le ventenni, o solo le trentenni o solo le quarantenni ... Però apprezzo lo sforzo ... ;-)
    postato da Cin il 15/05/2007 17:34

    caro! t sei dimenticato di elencare a favore delle 20enni (io ne ho 25 sicchè posso parlare a proposito) la freschezza e l'allegria che possiamo portare a voi maschietti! e poi si sa che a voi uomini di mondo garba tanto farla da "maestri" e con le quarantenni... beh! ci sta che sono loro a fare da "maestre" a voi! baci baci baci!!! naike.
    postato da Naike il 15/05/2007 17:37

    E che dire di Monica Bellucci? Comunque in linea di massima direi che in giro si vedono delle bellissime quarantenni e delle ventenni che esibiscono ciccie flaccide che fuoriescono dai pantaloni a vita bassa, come se l'avere vent'anni fosse di per sè sufficiente a mostrare certi inestetismi. Così come ci sono donne quarantenni che dimostrano ancora più anni e ventenni belle e leggiadre...Insomma il punto è se c'è o non c'è la bellezza, se c'è a 20 anni è il massimo e a quaranta la si può conservare benissimo con l'aggiunta dei vantaggi di cui tu parli; ma se non c'è non c'è a venti come a quaranta con l'aggravante, nel primo caso, di non avere neppure quei vantaggi... Perciò il giudizio di parità,che condivido, è a favore di entrambe le categorie perchè in fondo anche le ventenni saranno quarantenni ed meglio sapere di poter aver a lungo una posizione favorevole, non credi? Un'ultima considerazione a proposito della capacità seduttiva delle q. avvenenti rispetto ai ragazzi più giovani: non ho alcun dubbio sul fatto che se vogliono possono farsi(scusami l'espressione un pò forte) tutti i ragazzi che desiderano senza le difficoltà dei quarantenni con le ventenni;tuttavia in genere non succede perchè,come dici tu, non vogliono o, se succede non lo sbandierano come fanno gli uomini maturi che esibiscono come trofei le loro giovani conquiste per cui il fenomeno è meno visibile e sulle ragioni sociali di ciò ci sarebbe molto da dire. Però non è giusto ignorare le trentenni...devi rimediare assolutamente a questa grave mancanza... Scusami per questo commento prolisso che è quasi un post e tanti baci.
    postato da sugarcim il 15/05/2007 17:45

    'mmazza, naike, qui sostengo che le ventenni sarebbero ingenue o più ingenue, ma tu me pari mia nonna (dal punto di vista dell'esperienza di vita). cin, le mie preferense sui i musicisti che citi: Mozart, Deep Purple, Astor Piazzolla, De Andrè.
    postato da Mio Capitano il 15/05/2007 17:46

    Meglio per... che cosa ? E per chi sarebbe... meglio ? Ovvio che se poni la domanda ad un ragazzo di vent'anni la risposta sara' diversa da quella che ti darebbe un uomo di 40 o uno di 60... Ogni eta' ha i suoi "estimatori" (ecco, credo che se ponessi la domanda tra una di 20 e una di 90, credo che la vecchiarda non avrebbe molte chance a meno di non essere plurimiliardaria). Ora giro la domanda alle donne. Meglio un uomo di 75 o uno di 90 anni ? (cosi', tanto per sapere se ho chance....) ;) ah ah ah ciao cari
    postato da Catullo (nome vero) il 15/05/2007 17:50

    Il tuo commento, Catullo, mi fa sospettare che tu non abbia letto con sufficiente attenzione il post. Niente di grave.
    postato da Mio Capitano il 15/05/2007 18:12

    scusa mio capitano se uso il tuo blog per questo ma mi è venuto un attimino il dente avvelenato, sicchè... per SUGARCIM: che ci vedi di male in quelle che mostrano gli "inestetismi"??? capisco che uno/a deve esser cosciente dei propri "limiti" e mostrarsi al meglio, ma personalmente quelle che, nonostante gli inestetismo, se ne fottono e si vestono come più gli garba, io le ammiro (touchè: ammetto di non esser come loro...). e che diamine! spero tanto non ci siano tante persone schizzinose come te... per colpa di mentalità del genere, che a loro volta formano la nostra società-dei-consumi-dei-miei-stivali, ci sn tante ragazze che cadono in malattie quali l'anoressia e la bulimia (mai sentito parlare di questo, amico mio?)... e credimi che parlo per esperienza! poi se tu sei uno stupendo adone posso anche capire le parole del tuo commento, ma vorrei veramente vederti e giudicare i tuoi eventuali "inestetismi" (forse anche mentali...). tutto senza rancore... naike.
    postato da Naike il 15/05/2007 18:35

    sugarcim è donna... l'ho scoperto ora... mah... sono MOLTO PERPLESSA...mmm... rifletterò su questo tutta la notte...
    postato da naike082 il 15/05/2007 18:58

    Hai preso un grave abbaglio, cara Naike. Sugarcim è donna, come tu stessa hai scoperto. Inoltre si situa nella trentina, come si deduce da un passaggio del suo commento. Sugarcim mi fa l'onore di passare di tanto in tanto nel mio blog e di rilasciare commenti sempre meditati e equilibrati. E dopo aver ammirato il tuo intuito, cara Naike, abbiamo ammirato pure il tuo giovanile ardore da ventenne. :-)
    postato da Capitan Franz il 15/05/2007 19:24

    Orpo che caldo qui dentro... :-) A vent'anni avrei voluto avere la testa di adesso... oppure sono rimasta come allora? Mah... Le vent'enni coraggiose di oggi, che senza farsi troppi problemi indossano pantaloni a vita bassa, potrebbero però tatuarsi una scritta sul di dietro: INSERT COIN! Che una si vesta come gli pare per carità. Che di anni ne abbia 20 o 40 e che sia bella e scosciata o vestita di cattivo gusto riesce comunque ad attirare l'attenzione. Un pochino di BUON gusto...poco eh non dico tanto. Capitano secondo me agli uomini piace scoprire piuttosto che veder già tutto in bella vista. O no? La donna o l'uomo manager è una "sindrome" come hai scritto, e non bisognerebbe farsi prendere dal ruolo. Fuori dalla porta di alcuni, al posto della posizione che ricoprono, ci metterei una bella scritta: GR.T.D.C. E' vero che alcune/i sono attratte/i dal ruolo piuttosto che dal carattere della persona stessa. Sono persone a cui piace vivere di luce riflessa piuttosto che della propria. Eh il mondo è bello perchè è vario. Come preannunciavi si sta aprendo un interessssssante dibattito. Scusami: Catullo meglio uno di 90....è prossimo! ;-)
    postato da LUX il 15/05/2007 19:30

    eh si amico mio... hai ragione ma la frase: ventenni che esibiscono ciccie flaccide che fuoriescono dai pantaloni a vita bassa, come se l'avere vent'anni fosse di per sè sufficiente a mostrare certi inestetismi. ...mi suona comunque male... touchè... forse m'inganno... illuminatemi... ps: che bella questa poesia (o canzone)) "damme nu vaso..."! ma che vuol dire "roce ca" e "arricrià"??? baci, naike.
    postato da Naike il 15/05/2007 19:33

    Risposte a Naike sul mio post (ho scritto io quella poesia in napoletano) "Damme nu vaso (bacio) primma ca moro". "roce" significa dolce; è una forma che si usa in alternatiuva a "doce", ma che sembra maggioritaria nel napoletano moderno. "Arricrià" è un potente vocabolo partenopeo che tradotto in italiano perde gran parte della sua efficacia. Potremmo renderlo con divertire o sollazzarmi. Famme arricrià sta più o meno a fammi divertire o meglio ancora portami in paradiso.
    postato da Capitan Masaniello il 15/05/2007 19:54

    in effetti leggo come quando studiavo... una riga si' e una no, cosi' risparmio tempo e se avevo culo mi interrogavano sulla meta' che avevo letto (in realta' a scuola leggevo una pagina si' e una no... qui sarebbe complicato) ! Leggo per intero solo le ricette di cucina e le prestazioni delle corse dei cavalli. Scusami. ciao ciao p.s. ma lo sai che porti il nick che aveva il piu' grande cavallo di tutti i tempi ????? UN NITRITO A TE QUINDI !!!! ;)
    postato da Catullo (nome vero) il 15/05/2007 20:08

    Giusto per chiarire: a tutte le naike con il dente avvelenato dico che sono stata fraintesa, non volevo assolutamente criticare le ventenni che mostrano con disinvoltura i loro inestetismi, c. loro. Facevo solo un discorso il più possibile obiettivo sui pro e i contro delle 2 categorie prese in esame...nient'altro...tanto di cappello per il coraggio...
    postato da sugarcim il 15/05/2007 20:55

    Ragazze, vi invito vigorosamente a riappacificarvi. Se necessario mi propongo come vostro mediatore, fidando che al momento opportuno sappiate ricompensare i miei indegni servigi. :-)
    postato da Mio Capitano il 15/05/2007 21:56

    :) nn ti preoccupare! pare che si sia già risolta! cmq grazie per l'offerta, valuterò comunque...! baci!
    postato da Naike il 15/05/2007 22:43

    Naturalmente, tra le due litiganti la terza gode, perciò: meglio le trentenni! Gli elementi decisivi per assegnare la palma sono due: la grazia e l'intelligenza, della donna, ventenne o quarantenne poco importa. Ma, se proprio vogliamo attenerci alla tua analisi, nelle trentenni quelle doti abbondano:-) Chissà a quale fascia d'età appartengo??!
    postato da giraffa il 15/05/2007 23:51

    Qui dal titolo del post si parla di due generazioni diverse e noi divaghiamo sull'abbigliamento. Poi arriva la trent'enne che gode, ovvero la mutanda di mezzo, ironizzo per default chiarisco, e si chiude il cerchio. Intanto io sono su internet a quest'ora perchè di giorno lì non funziona. Preferirei leggere più la differenza di comportamento e di pensiero tra le due generazioni che di abbigliamento. A quello ci pensano gli stilisti a non farci trovare nu paro mi pantaluna chiù alti. Ripeto preferirei avere vent'anni con il bagaglio di esperienza di adesso. I miei trenta sono serviti per rafforzare il carattere. Si seduce a 20 a 30 come a 40 in maniera diversa. Di anoressia non ne vorrebbe sentir parlare nessuno. La colpa è di noi donne, di tutte le età, che non sappiamo accettarci così come siamo e vorremmo magari essere come le "veline". Meglio qualche chilo di simpatia e di benessere psichico....con la pancia coperta :-) Buonanotte Capitano P.S.: Chissà se riesco a scrivere un pooost? Ho sonno.
    postato da LUX il 16/05/2007 01:13

    Vediamo se riesco a commentare senza uscire fuori tema...Approvo il commento di Sugarcim.Se c'è "sostanza"( e per sostanza non intendo solo bellezza), con il tempo non può che migliorare. Ho quarant'anni e dico che non tornerei indietro ai vent'anni per nulla al mondo. La bellezza, l'intelligenza, la grazia, le doti seduttive e persino la freschezza di una quarantenne "consapevole" e "padrona" del suo fascino non son roba da poco.. certo..a vent'anni non la pensavo così..:-)))
    postato da monica il 16/05/2007 02:29

    CONCORDO sia con Monica che con Lux. E anche con Giraffa. Un po' con tutte insomma. A quando l'articolo sul suicida ??????????
    postato da Catullo (nome vero) il 16/05/2007 02:33

    spezzo una lancia a favore delle trentenni, categoria alla quale appartengo. una giusta via di mezzo tra l'aria strappona di certe (mica tutte, si generalizza un pò) ventenni e la maturità (anche qui nze pò mai dire eh) delle quarantenni. in sintesi: come si è acide a trent'anni non lo si è mai più..perchè non approfittarne? :-PPPP un saluto.
    postato da LaPiccolaIena il 16/05/2007 11:04

    Essendo donna credo di essere un po' di parte. Tutto è relativo. Dipende sempre dalle persone, dalle esperienze, dalla testa sopratutto. Ed essendo al momento una via di mezzo tra le due... direi fra i due litiganti ....Ma l'ho detto so di parte. Un saluto.
    postato da Missy il 16/05/2007 11:31

    Io sono felicissima della mia età, soprattutto perchè non la dimostro! ;-) Non tornerei ai miei vent'anni neanche se mi pagassero perchè vivevo proprio male! Secondo me il bello dei vent'anni è la bellezza e la freschezza ed il brutto invece che spesso non ne sei consapevole. Sulle preferenze maschili non ho dubbi ma grazie per la parità... sei stato molto diplomatico ma mi viene il dubbio che avessi paura della vendetta di qualche quarantenne ! ;-) Ti abbraccia il vento e ti ringrazie perchè questo post mi ha fatto ridere di cuore...
    postato da vento il 16/05/2007 11:59

    Ma senti, senti! ;))) mi associo ai due commenti precedenti, si! Ma noi chi preferiamo? I 20 o i 40enni? ;))) maramaoooo!!!
    postato da Cat il 16/05/2007 12:07

    Carissima e brava vento, ora hai fatto ridere tu me con il tuo commento. Hai presente quando gli Apache ti catturavano e ti seppellivano nel deserto fino al petto e poi ti cospargevano la testa di miele per farti divorare lentamente dalle voraci formiche del West? Ecco, temevo di fare una fine peggiore di questa se avessi fatto vincere le ventenni in questo post. :-) Comunque le quarantenni, da te e da altre signore splendidamente rappresentate, sono donne magnifiche. Dici il vero quando affermi che le ragazze giovani spesso non sono consapevoli di essere così attraenti.
    postato da Mio Capitano il 16/05/2007 12:10

    Ahi ahi ahi, Capitano, ti è venuto un attacco di masochismo acuto? Come puoi scrivere un post del genere? Ventenni o quarantenni? Dipende da quello che l’uomo o la donna cerca. Non metto in dubbio, che le ventenni siano belle, allegre e spontanee, anche se, alle volte un po’ oche e immature. Non dimenticatevi, care ventenni, che tutte le critiche che ora fate a noi, un domani le riceverete voi, perché, per vostra sfortuna, mica resterete giovani per il resto della vita. (ora metto il giubbotto antiproiettile e i tappi alle orecchie) Vorrei pure ricordare una cosa, i tempi sono cambiati, le quarantenni d’oggi, non hanno nulla da invidiare alle ventenni, possiedono la stessa allegria e spontaneità, bellezza, fascino, tanto buon senso e un pizzico di buon gusto in più. Poi, se voi maschietti non sapete cosa sia meglio per voi,a noi che ci frega!!! P.S. ho appena ordinato un tir di miele, questa volta non te la scampi.
    postato da laracchia il 16/05/2007 13:10

    Vabbè... me la son cercata eh!
    postato da Missy il 16/05/2007 13:15

    Che dire?! Io sono ovviamente di parte... E se ribalto il quesito al femminile... preferisco i trentenni, con quel loro "tutto da fare", quella vita che si deve ancora dipanare, non più bambini e appena appena adulti, meglio se con la camicia inamidata e la cravatta nei giorni feriali... Mi piace sciogliere i nodi alle cravatte... Molto... Buona giornata Anathea
    postato da anathea00 il 16/05/2007 14:17

    Devo un po’ spalleggiare la focosa Naike, anche perché la vedo un pochino isolata per la latitanza delle ventenni. E’ vero ciò che lei diceva sul fatto che a una ventenne puoi fare da maestro mentre con una quarantenne è molto più dura stare a concionare e paternaleggiare. E poi la capacità di sedurre che cos’è? Cosa significare saper sedurre e essere seducente? Faccio un piccolo esempio. Ieri facevo la mia solita passeggiata serale. A un tratto sulla strada di casa ho visto camminare una guagliona diciamo sulla ventina. Non era bella, né si vestiva con gusto, camminava sciatta e infine si esprimeva pure in modo piuttosto volgare (anche se con un vigoroso dialetto napoletano). Eppure risultava parecchio attraente. Era vestita con un paio di pacchiani pantaloncini alla Far West che sembravano piuttosto fuori posto a Napoli (Dodge) City. Un paio di stivali da cow-boy anch’essi non particolarmente eleganti. Un top aderente. Non era bella, non era snella e soprattutto camminava in modo sciatto, strusciando i piedi a terra, sembrava annoiata della vita, di camminare e anche di parlare con le amiche. Eppure risultava parecchio attraente. Aveva quel particolare e inspiegabile fascino che hanno certe donne trascurate che escono in vestaglia in strada, parlano sboccate, fumano, fanno il possibile per apparire trasandate e volgari, eppure ti fanno salire il sangue alla testa quando, magari con un gesto sciatto e inconsapevole, ti mostrano un pezzo di reggiseno o di coscia. Cos’è dunque la seduzione? Boh.
    postato da Mio Capitano il 16/05/2007 15:43

    ...a fatica mi arrampico a leggere questo tuo ultimo lungo post, sai l'età! Mi commuove l'idea dei ventanni che furono, sai l'età! ...ritorno delusa sui miei passi, anche Capy non ha più lo smalto di una volta: ...sai...l'età! ;PPP
    postato da matrix il 16/05/2007 17:16

    alle 20enni!!! ;)))
    postato da Cat il 16/05/2007 17:20

    ..sto per scrivere una banalità colossale ma, secondo me, la seduzione è nei tuoi occhi e nei tuoi sensi, in ciò che quel "pezzettino" di pelle riesce a solleticare, per esempio, nella reazione chimica che suscita la "pancetta" di un uomo in alcune donne (giraffe trentenni comprese, lo ammetto). Chissà, forse seduce ciò che è naturale, spontaneo, istintivo e un po' animalesco. La grazia e l'intelligenza entrano in gioco quando si approfondisce la conoscenza dell'altra persona. Non siamo fatti di solo cervello e ragione, per fortuna:-) P.S. riguardo al maial-test, avresti dovuto continuare, ti sei perso la domanda sull'elettroshock:-)))
    postato da giraffa il 16/05/2007 17:20

    ciao Frà. da me si dice (riferito ai maschi) che gli uomini sono come il vino, col tempo migliorano. non esiste la versione femminile, questo dice abbastanza sulla considerazione delle femmine... sarà che invecchiamo prima e peggio di voi... non so. beh niente, ti mando un abbraccio Tali p.s. il mio post è inventato, ok? quindi sta' tranquillo. :)
    postato da tali il 16/05/2007 17:48

    Tali, facciamo così, uomini e donne sono entrambi come il vino. giraffa, mica male il tuo commento! Dici molte verità. Io tuo maia-test prevedeva anche la domanda: quante volte ti sei accoppiato con un animale (una cosa così). cat, olé! matrix, il mio smalto va mica male. Mi rendo conto che via via che passa il tempo scrivo i post (magari solo un pochino) meglio. Probabilmente lo stesso fenomeno capita a chiunque scriva sul blog con regolarità. Questo non significa che le tesi che sostengo siano valide o condivisibili. I miei post peggioreranno moltissimo quando avrò meno tempo a disposizione per scrivere, perché per scrivere un buon post ci vuole impegno, ma soprattutto molto tempo. E' assolutamente impossibile scrivere un post davvero valido se non hai molto tempo a disposizione e lo usi per migliorare ciò che scrivi. Anathea, mi spiace non poter mai ricorrere alle tue amorevoli cure. Non ho mai portato la cravatta in vita mia. Mai una volta. Comunque non ho niente contro le cravatte e soprattutto contro le donzelle che ne sciolgono i nodi. :-)
    postato da Capitan Uno il 16/05/2007 18:51

    la racchia, lo sappiamo, lo sappiamo cosa è meglio per noi, ce fanno solo paura le torture degli Apache in pieno deserto. :-) vento, in effetti anch'io vivevo male a vent'anni. Però dato che anche adesso non gongolo, è difficiel fare una scelta. Missy, ovvero diamo una spinta al partito delle trentenni. Piccola iena, spezza pure le lance a favore della tua (lo affermi tu, io non mi permetterei) acidità. Catullo, spero che il tizio non si voglia suicidare mangiando una delle tue pietanze. Monica, ossia "la meglio età è quella che c'hai". Lux,nonso se preferirei avere vent'anni con il bagaglio di esperienze attuali. Di certo vorrei avere l'età in cui uno vive bene senza pensieri per la testa. Me fermo qui per mancanza di energie. Un saluto agli amici del blog.
    postato da Mio Capitano il 16/05/2007 19:02

    Questa la devo riportare, anche se ho già scritto due commenti. Ho già detto che da libero gestore adsl mi arrivano delel news altamente intellettuali. Ecco l'ultima, la riporto come mi è pervenuta: "La proposta è partita dagli stessi elettori. Tania, preoccupata per la disoccupazione in Belgio, aveva promesso 400.000 posti di lavoro. E per attirare l'attenzione degli elettori si era presentata nuda e molto sensuale sul manifesto. Ma i votanti, insoddisfatti, le hanno rilanciato la palla. Macché 400.000 posti di lavoro (jobs), piuttosto offrici 400.000 rapporti orali (blowjobs) e ti votiamo. Ok accetto, rispose lei, ma togliamo uno zero: 40.000 rapporti orali per il voto." Naturalmente non penso di fare niente di ciò che si può pensare. Oltretutto non voto nemmeno in Belgio.
    postato da Una news il 16/05/2007 20:28

    Vorrei spezzare una lancia a favore dell'intervento di Sugarcim. E' aperto, diretto ed intelligente. E pervaso da un piacevole senso dell'ironia tutto femminile.
    postato da Il Narratore il 16/05/2007 21:12

    ..ma prima parlarne per giorni e giorni, non sarà forse il caso di provare l'una e l'altra esperienza?
    postato da cosìperdire il 16/05/2007 21:26

    Ma in quali vicoli ciechi vai a infilarti? Sarai mica matto? Un saluto.
    postato da iltov il 16/05/2007 23:58

    Ahahahhaha, scusa Capitano, ma dopo aver mantenuto la sua promessa, riuscirà questa donna ad aprire la bocca? Non gli si sloga la mascella? Cose da pazzi, cosa non si fa, per arrivare al successo! Scusa, ma a quale partito appartiene? Il partito dei pom....ieri?
    postato da laracchia il 17/05/2007 11:24

    Il testo della canzone, dopo attenta elaborazione è finalmente terminato. Fammi sapere se te lo posso inviare. Un abbaccio, socia, se il tuo amico musicista avesse bisogno di altri testi, sono a sua disposizione, magari mi metto a fare il Mogol della situazione (scherzo). :-) Per gli amici del blog dirò che il titolo della canzone (la cui validità è tutta da dimostrare) è "Gli amanti immortali".
    postato da ANNUNCIO SUL TESTO DELLA CANZONE PER INFONDOAIMIEIOCCHI E PER IL SUO AMICO MUSICISTA il 17/05/2007 12:16

    Mh.. credo che dovremmo fare lo stesso tipo di confronto tra maschi quarantenni e maschi ventenni....
    postato da Jeanne il 22/05/2007 20:10

    MEGLIO LE TRENTENNI. La virtù sta nel mezzo.
    postato da stregagatta il 26/05/2007 12:47

    RispondiElimina