giovedì 21 settembre 2006

Poesia, poesia, sembra che non ci sia


Un giorno di aprile ero cotto di una blogger. Volevo in tutti i modi persuaderla a vedermi con favore. Volevo rassicurarla sulla mia anima gentile (la mia anima talvolta è davvero gentile anche se in qualche caso soggetta a incresciosi cambi di umore). Ero fermamente deciso a mandarle poesie. Ma quali? Neruda, Byron, Garcia Lorca, la Dickinson o addirittura Catullo? (Non sono un grande esperto di poesia, ma qualcosa ho letto pure io.)
Ci pensai e capii quasi subito che solo un genere poetico poteva esprimere i miei sentimenti nella maniera in cui li percepivo, il dolce stil novo. Dopo lunga meditazione scelsi i versi che seguono. Di recente ho avuto qualche dubbio esistenziale riguardo all’effettiva utilità dell’invio di versi per conquistare il cuore di una donna, dato che ho visto individui illetterati e rozzi, di cui è dubbia perfino l’appartenenza al genere umano, bivaccare sulle spoglie di raffinate donzelle che avevano ceduto al loro fascino.

Dante "Tanto gentile e tanto onesta pare"

Tanto gentile e tanto onesta pare
la donna mia quand'ella altrui saluta,
ch'ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l'ardiscon di guardare.

Guido Guininzelli "Io voglio del ver la mia donna laudare"

Io voglio del ver la mia donna laudare
ed asembrarli la rosa e lo giglio:
più che stella diana splende e pare,
e ciò ch'è lassù bello a lei somiglio.
...
Passa per via adorna, e sì gentile
ch'abassa orgoglio a cui dona salute,
e fa 'l de nostra fé se non la crede;
e nolle pò apressare om che sia vile;
ancor ve dirò c'ha maggior vertute:
null' om pò mal pensar fin che la vede.

Guido Cavalcanti "Io non pensava che lo cor giammai"

Io non pensava che lo cor giammai
avesse di sospir' tormento tanto,
che dell'anima mia nascesse pianto
mostrando per lo viso agli occhi morte.

Ancora Dante "Ne li occhi porta la mia donna Amore"

Ne li occhi porta la mia donna Amore,
per che si fa gentil ciò ch'ella mira;
ov'ella passa, ogn'om ver lei si gira,
e cui saluta fa tremar lo core,
sì che, bassando il viso, tutto smore,
e d'ogni suo difetto allor sospira:
fugge dinanzi a lei superbia ed ira.
Aiutatemi, donne, farle onore.
Ogne dolcezza, ogne pensero umile
nasce nel core a chi parlar la sente,
ond'è laudato chi prima la vide.
Quel ch'ella par quando un poco sorride,
non si pò dicer né tenere a mente,
sì è novo miracolo e gentile.

1 commento:

  1. Commenti importati7 settembre 2008 12:13

    ...ma perchè quando andavo a scuola queste poesie mi sembravano noiose e incomprensibili? Mi sembrava oggi pomeriggio di aver letto un bellissimo post che descriveva molto bene la grande forza dell'amore...è sparito,o sono io che non lo vedo più?
    postato da elle il 21/09/2006 23:29

    L'ho tolto, cara elle, perché per motivi che non riesco a capire mi rendeva poco sereno.
    postato da Mio Capitano il 21/09/2006 23:44

    Salve, Mio Capitano! Diciamo che, scrivi oggi e scrivi domani, sul Blog Day è possibile finirci. Però, una precisazione: al momento e già da tempo ho un unico Blog; gli altri sono in pausa...;) Questo, giusto per la cronaca! Ciao e buona serata! Michelle
    postato da Michelle il 21/09/2006 23:45

    una grande angoscia in quel racconto di estremo amore:anch'io ne sono rimasta turbata,tanto da non riuscire a scrivere quando l'ho letto neanche due parole! ciao carissimo!
    postato da elle il 22/09/2006 09:51

    ciao e un bacio appassionato di un buon inizio gg oggi sono cosi....!iris
    postato da iris il 22/09/2006 11:04

    Non mi pare di aver mai dato poesie ad una ragazza, forse perché coloro a cui le avrei date non avrebbero apprezzato a fondo il gesto. Credo che per coglierlo appieno ci voglia un particolare tipo di donna, e la categoria non è vastissima (soprattutto nelle zone di isolata montagna dove sono cresciuto). ...o forse è perché sono ignorante come una scarpa e non mi viene mai in mente una poesia adatta! :)
    postato da Colui che vede Oltre il 22/09/2006 11:14

    Io credo di scoprire in te qualcosa di più grave, di più profondo, ma tutto dipende solamente da uno di quei tuoi grandi cappelli... che fan più neri gli occhi e le guance più rosa... Così tu, donna mille volte donna, appena senti che il mio amore è stanco un profumo d'anima t'inventi che non ti conoscevo ancora... (P. Géraldy) Ciao Mio Capitano
    postato da Mary il 22/09/2006 11:43

    Ne dico una fuori argomento adesso, forse non molto poetica. Sono sempre rimasto stupito quando una donna, alla domanda sulla parte maschile preferita, risponde il culo (è un tipo di risposta molto in voga in un certo tipo femminile che vuole darsi arie di donna post-internet). Mi è sempre parsa una risposta cretina o comunque incomprensibile. La risposta di uno che copia i compiti del compagno di banco e risponde a vanvera. Se un uomo indica il culo della donna come parte fisica prediletta, la sua può essere una risposta non elegante e senz'altro rozza... Ma ha una precisa motivazione sull'uso spesso improprio che l'universo maschile vorrebbe fare di questa regione corporea donnesca. Mi sono sempre chiesto: che cacchio se ne fa una donna di un culo maschile? Che uso intenderebbe farne per giustificare la sua predilezione verso esso? Mi sono dato alcune spiegazioni, ma nessuna di esse è stata del tutto soddisfacente. Continuo a pensare che questa risposta assomigli a quella dello studente che copia i compiti del compagno di banco. Proprio stamattina ho letto l'intervista di una blogger che rispondeva culo, culo, culo (l'avrà detto qualche decina di volte) alla parte maschile prediletta. Bah.
    postato da Il culo maschile il 22/09/2006 11:53

    Queste poesie parlano di un amore così bello, l'ultima in particolare, non la ricordavo e mi ha davvero emozionata! Il particolare fisico che può farmi desistere dal provare attrazione per un uomo sono le mani non tanto la forma quanto la cura. Un bacione barbara
    postato da barbara il 22/09/2006 12:09

    Che cosa diceva la signorina mentre la fotografavi? "Non parole ma opere di bene?" (Non decantarmi poesie, passa agli atti).Scherzo, naturalmente. Circa il tuo commento, una settimana fa UNA giudice israeliana ha affermato "Il deretano NON è un organo sessuale". Per cui, la signora che ha denunciato il suo capoufficio di acCHIAPPArla costantemente nonostante il suo disaccordo, ha perso la causa. Come? No, non è questione di longitudine ma di scemenza.
    postato da zampa il 22/09/2006 12:16

    Similis cum similibus...io adoro gli uomini romantici, Capitano e quelli rozzi, se non sono volgari li trovo buffi! Non sono in un momento triste, ma in una fase di visualizzazione di alcuni aspetti di me che mi mettono lo sgambetto...e sai......capire che lo sgambetto me lo metto da sola non mi da troppa allegria! Cmq ....l'importante è che me ne sia resa conto.....Ora mi tocca elaborare una strategia per acquietare quella parte di me ...un tantino masochista! Ti abbraccio.
    postato da serenase81 il 22/09/2006 12:46

    Ma così non valeeee...troppo grande il dolce stile...:)))
    postato da pianoforte il 22/09/2006 13:36

    Ehi,vedi che io quando commento mi firmo irisbog,quindi la iris che ti commenta non sono io.Te lo dico perchè ho letto il tuo commento nel mio ultimo post..e non riuscivo a capire.. Buona giornata Un bacio*
    postato da irisbog il 22/09/2006 14:45

    Non potrei mai neanche pensare che le poesie non siano belle... eppure a me non colpiscono particolarmente. Ma è anche noto ai più che io e il romanticismo non andiamo proprio d'accordo... :o)
    postato da margot il 22/09/2006 15:29

    Una per margie margot Cosa mi dici mai? Non ti piacciono le poesie. Non sei romantica. Metto una mano sul fuoco che tu romantica ci sei, e anche parecchio, nonostante lo scetticismo dietro cui forse ti mascheri. Del resto come fa una a sposarsi se non è romantica? :-) a Zampa dico che mi ha fatto notare per la prima volta che il verbo acchiappare include la parola chiappa. Eh, delle volte sono distratto. :-)
    postato da Mio Capitano il 22/09/2006 15:57

    Le poesie le preferisco da sempre sia ai fiori che ad altri regali simili! Quando è l'anima,il cuore che parla....( se naturalemte proviene dalla persona giusta!) credo non ci sia dono migliore!!! Che ne dici di questa?! " Io mi senti'svegliar dentro a lo core un spirito amoroso che dormia: e poi vidi venir da lungi Amore allegro sì,che appena il conoscia, dicendo:"Or pensa pur di farmi onore"; e'n ciascuna parola sua ridia. E poco stando meco il mio segnore guardando in quella parte onde venia, io vidi monna Vanna e monna Bice venire inver lo loco là'v'io era, l'una appresso de l'altra maraviglia; e sì come la mente mi ridice, Amor mi disse:" Quell'è Primavera, e quell'ha nome Amor,si mi somiglia" ( Dante Alighieri) E' troppo bella,non trovi? Non fa venir voglia di sorridere,sognare?! Meno male c'è la letteratura che ogni tanto ci distoglie da tante,troppe ansie!!!! Ciao Mio Capitano!
    postato da vitty il 22/09/2006 18:37

    Ricevere una poesia? Boh? Dipende...ci vuole la persona giusta e il momento giusto. Grazie per il complimento che mi hai lasciato, detto da te poi(che scrivi così bene) ha davvero un grande valore. A quanto la prossima puntata di Emma? Mi aspetto forti colpi di scena. Buona serata.
    postato da sugarcim il 22/09/2006 20:40

    Cari ragazzi, mi sono comprato finalmente una sedia da computer come si deve. Sto molto più comodo, e aspetto di vedere se questa mia maggiore comodità si trasformerà in vantaggi di scrittura. Domani comincio a vedere come vado sulle lunghe distanze. Per adesso sulla sedia ci sto da dio. Ho visto finalmente, sempre per gentile intercessione di mio fratello, "Il codice Da Vinci" in dvd. L'ho trovato parecchio deludente, nel senso che mi aspettavo di meglio, anche per la presenza di Tom Hanks. Il film è più o meno la fotocopia dei disneyano "Il mistero dei templari". Indovinelli a tutta forza tipo angolo della Settimana Enigmistica dedicato ai solutori esperti. Teorie strampalate sul genere di quelle che vogliono i marziani assassini di Kennedy. confusione e pressapochismo spettacolare. Sempre in questi giorni ho visto un film italiano fatto con due soldi "La banda della magliana", con otto attori, di cui nessuno famoso, una scenografia insufficiente perfino in un teatro, che però mi è piaciuto più di questo super kolossal cinematografico. Saluti a tutti.
    postato da Mio Capitano il 22/09/2006 23:41

    L'originalità mi conquista più d'ogni altra cosa.Prova con una poesia scritta da te,penna talentuosa.Vuoi scommettere che...?
    postato da Skin il 23/09/2006 02:40

    Nel caso ne avessi bisogno, ma non sono il tipo, io potrei attingere ai libretti d'opera. Ci sono delle nefandezze spaventose, ma anche qualche strofa decente. Ma non sono il tipo, appunto. Ciao.
    postato da Amfortas il 23/09/2006 12:25

    Ogni volta che entro qui, mi pare di entrare in una moschea... mi devo inginocchiare per forza, cavolacci! Una volta per quello che scrive lei, signor Mio Capitano, un'altra per le illustri citazioni... e sinceramente, m'inchino senza pensarci due volte :D Riguardo il tuo dubbio, bisogna pur sempre ricordare che "il simile scioglie il simile" (nota legge chimica) e che "Dio li fa e poi li accoppia" (nota legge sociale)... quindi, carissimo, non dolerti se vedi una bellissima donna accanto a uno scarrafone... vuol dire semplicemente che la suddetta donzella nasconde sotto le sue aggraziate sembianze il cervello di una Pigna [troverai presto sul mio blog un'ode a questa categoria]... Detto questo, nella mia esperienza ho ricevuto dei versi in Regalo (commento sicuro del Capitano: ma va', a 17 anni?!?) e sono stati i doni più belli del mondo. Personalmente, una volta ho dedicato un sonetto nerudiano... ma mi intriga di più far da me, anche se escono fuori delle eresie poetiche. Ad ogni modo, viva lo Stil Novo, la concezione della donna angelo, Beatrice e tutta la compagnia! (quindi: Bella scelta, se Lei non ha gradito vuol dire che è una Pigna) Ciao, ricambio il bacion bacione ;D
    postato da Laura il 23/09/2006 16:27

    ...non tutti abbiamo la capacità di ascoltare oltre l'esteriorità delle parole.......... queste poesie non sono poesia sono storia di animi gentili che possono essere amate da animi gentili... ottima scelta!! Giadadeldeserto
    postato da giadadeldeserto il 23/09/2006 17:34

    Ragazzi, mi sanguina il cuore. Mi sanguina il cuore perché sto per dare una delusione a qualche generosa persona che ha avuto fiducia in me e nella mia limpidezza d'animo. Temo che il violento contraccolpo subito per aver visto andare perdute certe mie spedizioni poetiche abbia provocato gravi guasti nella mia anima (ahimé una volta gentile!) Seguendo l'appello della passionale skin ho cercato di creare qualche verso atto a fare breccia nel cuore di una donna. Ecco purtroppo cosa ha partorito la mia povera mente ferita dalle dure esperienze della vita. :-)) Me la dai? E dai, me la dai? Se tu me la dessi, anche se non ci credessi, mi precipiterei ovunque tu fossi superando perigliosi percorsi, sfidando l’ira dei numi avversi, aggirerei presagi funesti e, giunto ai tuoi tesori nascosti, mi pascerei di te come se fossi uno di quei cascamorti fessi che in un mio post descrissi. Deh, se soltanto io potessi! Me la dai? E dai, me la dai?
    postato da Capitan Buzzurro il 23/09/2006 17:45

    Mio Dio,Capitano,come si fa a resistere ad un invito così galante?PRENDIMI,SONO TUA!!!:))
    postato da Skin la passionale il 23/09/2006 18:40

    Cari amici, sono preoccupato. Sono preoccupato dal potere del mio fascino. Non posso aprire bocca che le donne mi cadono stecchite ai piedi. Probabilmente dovrei munirmi di porto d'armi, perché il mio ascendente presso il gentil sesso rischia di provocare scompensi al di là della mia volontà. Comunque ai miei colleghi di sesso dico: giù le mani dalle donzelle cadute in deliquio lungo il tracciato del mio cammino. Dopo torno a raccoglierle io. :-)))
    postato da Capitan Peter Pan il 23/09/2006 20:24

    e come andrà a finire la storia di emma secondo te? ciao mio capitano,sono tornata a nche se non so per quanto tempo. sai che una volta scrissero una poesia per me? io preferisco le favole.ciao adipi
    postato da adipi il 24/09/2006 09:26

    Solo a quelli presenti in questa pagina. Un caldo bentornato alla reginetta del blog, adipi! E' sempre un piacere sentirla e soprattutto saperla un pochino più serena. Le favole piacciono pure a me, ma a volte mi fanno un pochino paura. Alla passionale skin rispondo: prenderotti et spupazzerotti noindugio stop qualsiavoglia località planetaria aristop. :-) A Giada: "Poesia, poesia, sembra che non ci sia / Poi la senti nell'aria". Cocciante "Poesia" A laura Fanciulla, tu hai fatto un patto col diavolo, non mi dire che sei pure un anno avanti a scuola! Amfortas trovarlo uno che non creda che tu utilizzi i libretti d'opera come arma impropria! :-) sugarcim Mi ha inquietato la tua ultima uscita nel dark. Ti preferisco Bovary. :-)
    postato da Puntatina domenicale il 24/09/2006 14:16

    Lei è un genio della matematica, ha capito che ho fatto la primina! Wow! Scommetto che da questo post indovinerai pure se sono mancina o destrorsa... hihi... Kiss capitanesco, con soluzione dell'indovinello in allegato ;)
    postato da Laura il 24/09/2006 21:41

    Sto leggendo questi commenti e le tue risposte , uè cappità...si troppo fforte! sorriso e buona notte!
    postato da matrix il 24/09/2006 23:24

    hai proprio ragione tu, io sono tra quelli che amano la poesia, ma non la comprendo del tutto. Riguardo agli energumeni di dubbia natura umana... a volte c'è qualcosa di poetico in loro. Non ti so spiegare... la poesia a volte risiede nei posti più bizzarri... :)
    postato da simona il 25/09/2006 00:02

    A simona Molto interessante il tuo commento. Ma purtroppo non esauriente. Diciamo che davanti a noi abbiamo la sagoma di un energumeno non dedito alla meditazione filosofica e diciamo che in mano tua vi sia la bacchetta spesso usata dai meteorologi televisivi. In quale punto della sagoma energumenesca poggeresti la tua bacchetta per indicare la natura poetica dell'individuo quasi umano? (La mia come si capirà è tutta invidia.) :-)) A matrix Grazie per la tua visita e sogni d'oro pure a te. A laura direi che sei mancina, a occhio.
    postato da Capitano il 25/09/2006 01:11

    RispondiElimina