lunedì 6 febbraio 2006

Canzoni da bambini per un bambino adulto

Cosa ne so di canzoni per piccoli, quelle cantate perlopiù da Cristina d’Avena o dal suo erede Giorgio Vanni alla fine dei cartoni animati giapponesi? Ne so parecchio. Ho due nipoti, un maschio e una femmina a cui voglio molto bene. Un giorno pensai di fare un gioco con loro. Gli registravo le canzoni dei cartoni animati e poi le cantavamo insieme ad alta voce. Vinceva quello che sbagliava meno parole. I miei nipoti erano e sono (adesso un po’ più cresciutelli ma ancora in età da cartoni o al massimo da post-cartoni) dei soggetti molto coriacei. Però non ero sempre io quello che perdeva. Qualche volta (poche, le due piccole pesti fanno parte della razza più tosta del mondo in certi campi), dopo epiche lotte condotte senza esclusione di colpi sui Pokemon, Dragon Ball, Sabrina la streghetta, l’ispettore Gadget o sui puffi uscivo, sia pure di strettissima misura, vincitore. Non senza recriminazione da parte degli agguerritissimi sconfitti.
Ho ancora più di una videocassetta piena di canzoncine che vanno dalla Pippi Calzelunghe a cartoni a Superman, Batman, Sakura, Lady Oscar (seconda serie, un giorno magari parlerò della delle notevoli differenze interpretative tra la vecchia e nuova versione musicale della spadaccina francese), Quattro mummie in metropolitana, E’ quasi magia Johnny. E questo per tacere delle molteplici sigle di Dragon Ball, dei Pokemon, di Conan il detective con gli occhiali (che dà la caccia ai criminali), di Picchiarello (picchia Picchiarello, picchia picchia Pazzerello), del Mistero della pietra azzurra, del capolavoro stile flamenco di Zorro (canzone da non confondersi assolutamente con la pur bella sigla televisiva), di Holly e Benji o delle statuarie ragazze della pallavolo, della magica Emy o del piccolo dinosauro Denver (hai gli occhiali, il nasone all’insù, Denver) e via citando. Potrei andare avanti chissà quanto.

Ebbene un giorno memorabile decidemmo di fare una votazione. Dovevamo premiare quella che a nostro avviso era la più bella canzone per piccoli di tutti i tempi (i tempi erano solo quelli che vivevano i miei nipoti, le canzoni solo quelle dei cartoni animati). Avevamo un voto ciascuno a disposizione. Fu difficile votare. I motivi musicali erano tanti e tutti belli e trascinanti, però si doveva fare una scelta sia pure facendo rinunce dolorose. Cominciò la piccola Giulia, sei anni all’epoca. Fu dura perché non riusciva a decidersi, poi infine le uscì di bocca il nome di Sakura la streghetta (Quante carte davanti a te, mia dolce Sakura/le hai trovate in un libro che ti ha resa magica).
Fu poi la volta del più grandicello, Roberto. Lui era molto più sicuro. Anche se non riusciva a decidersi tra i Pokemon (gira, gira il mondo, gira la tua sfera / quando hai già lanciato la tua Poke ball!) e i Cavalieri dello Zodiaco (un cartone che andava forte in quel periodo). Poi dichiarò solenne il suo voto per i Pokemon.
Anch’io, pur essendo molto più adulto di età, ma forse non di comportamento, ebbi le mie esitazioni. Mi piaceva molto la sigla dello Zorro a cartoni (trombe e chitarra da favola), ma non mi dispiacevano neppure i Pokemon. Poi feci la sola scelta giusta. Indicai la prima versione della sigla di Dragon Ball, un cartone di arti marziali e scontri galattici, la versione più vecchia e per me la sola (di questo cartone ce ne sono almeno quattro sigle diverse, sempre che non siano cresciute di numero negli ultimi anni: da quando i miei nipoti sono cresciuti non registro più le canzoni). Era ed è trascinante, con una rara ricchezza e varietà ritmica, una forza. Dopo lunghe e complicate discussioni, facendo forza anche sull’autorità datami da età e dalla (scarsa) maturità, riuscii a far accettare ai miei nipoti il mio punto di vista. Dunque per noi tre la canzone per bambini più bella di tutti i tempi è resterà per sempre la prima versione di Dragon Ball. Ecco il testo di sotto.

Dragon Ball (fastest? through the clouds), Dragon Ball (fighting on the ground),
Dragon Ball (Dragon), ohohoh...
Quante avventure fantastiche, fra mille azioni acrobatiche,
tanti avversari da battere, con forza e volontà!
Sei veramente fortissimo, ma tu non sai dove arriverai,
con le sette sfere: D R A G O N Ball!!
Combatti per trovare il Drago, Dragon Ball,
il Drago delle sette sfere, Dragon Ball,
però neessuno sa, dove staaa!! (D R A G O...Drago! Drago!!)
Dragon Ball (fastest? through the clouds), Dragon Ball (fighting on the ground),
Dragon Ball , ohohoh...
Se vuoi trovare le sfere magiche, percorri la via davanti a te,
segui il tuo sentiero, sei un guerriero, Dragon Baaaall,
D R A G O N Ball!
Se chiudi gli occhi vedi il Drago, Dragon Ball,
e senti tutto il suo potere, Dragon Ball,
ma quando aarrivi tu, non c'è piùùù!!(D R A G O...Drago! Drago!!)
Combatti per trovare il Drago, Dragon Ball,
il Drago delle sette sfere, Dragon Ball,
però neessuno sa, dove staaa!! (D R A G O...Drago! Drago!!)
Dragon Ball!!

1 commento:

  1. Commenti importati27 agosto 2008 15:30

    iao grazie per la visita. In effetti per diventare scrittori a un'età decente si dovrebbe inviare l'opera a un editore verso i 3 anni eh eh eh. Per la canzone, io sono fuori quota, quando ero bambina io non esistevano cartoni giapponesi per fortuna, la mia canzone preferita era: e tutti insieme vogliam vedere braccobaldo bauuuuuu :-) ciao alla prossima
    postato da foglisparsi il 06/02/2006 13:59

    Un repentino, quanto sostanziale cambiamento di carattere, può diventare causa di nullità del matrimonio,le autoreggenti è come esempio ciao
    postato da grifondoro il 06/02/2006 13:59

    Mi e' semblato di vedele un gatto... Giuro che non me l'ha mai detto nessuno! Ciao ciao!
    postato da patt il 06/02/2006 14:59

    Buongiovno cavo, scusa se la mia visposta si è fatta attendeve (anche se una signova non dovvebbe scusavsi mai, lo faccio solo pevchè sei tu)devi sapeve che alle donzelle piace favsi covteggiave e aveve "un piede in più scavpe" quindi non mi sovpvendevei affatto, anzi se ti mostvi scocciato non fai altvo che peggiovave la situazione con il visultato che l'icona con il tuo nick name vevvà senza alcun vimovso chiusa! Quindi cevca di pazientave qualche istante (anche se diventa un quavto d'ova)vedvai che sarà la tua cava compagna di chat a sceglieve, e si, cosa vuoi, ti devi vassegnave o ti metti in coda o smetti di chattave! Buona giovnata!
    postato da Petvonilla il 06/02/2006 15:41

    A me piaceva un sacco la canzone di Bia!B e A,B e E,ba,be,B e I,ba,be bi B e O ba be bi bo B e U, bu ba be bi bo buuuuuuuuuuuuu!!:)))))))
    postato da tarkandudu il 06/02/2006 15:44

    Per me le canzoni dei cartoni animati più belle sono quelle della mia infanzia, lady oscar candy candy, quando ancora cristina d'avena non cantava. Quelle erano memorabili.....Ciao. Silvia
    postato da occhidisperanza il 06/02/2006 16:35

    mi togli due curiosità? quanti anni hai e di dove sei? grazie
    postato da sara il 06/02/2006 18:41

    Scusa, ma chi sei?
    postato da prigionierodiZenda il 06/02/2006 20:27

    Circa le sigle degli attuali cartoons ne so poco... ma circa la canzone di Pupo, bhè...ho molti ricordi... "Su di noi i avresti scomesso tu...". Su me e su Jo non c'avrei scommesso neppure io ed invece ci sposiamo tra tre mesi! :-)
    postato da ariolante il 07/02/2006 00:03

    sono una persona curiosa, senza blog.
    postato da sara il 07/02/2006 10:58

    Io Goku me lo rivedo tutti i santi giorni,quando per motivi di pane e companatico non posso lo registro.Eh sì,mi piace troppo,i cartton giapponesi sono stupendi per i colori,alcuni sarebbero da rifare per la grafica,le musiche originali(!)quasi tutte bellissime,vederseli coi bambini poi è uno spasso.Nenè
    postato da falivenes il 07/02/2006 23:29

    RispondiElimina